Software enterprise, giro d'affari da oltre 240 miliardi di dollari. Investimenti in crescita - CorCom

IL REPORT IDC

Software enterprise, giro d’affari da oltre 240 miliardi di dollari. Investimenti in crescita

Sap, Salesforce, Oracle, Intuit e Microsoft i primi cinque fornitori. Il mercato delle applicazioni ha registrato un aumento del 4,1% a seguito delle esigenze di digitalizzazione spinte dalla pandemia. Il fatturato arriverà a 334 miliardi nel 2025

17 Set 2021

Veronica Balocco

Il mercato delle applicazioni aziendali ha continuato a crescere nel 2020 poiché le organizzazioni hanno accelerato i loro sforzi di trasformazione digitale in risposta alle interruzioni del business causate dalla pandemia di Covid 19. Nei dodici mesi, in particolare, il mercato delle applicazioni aziendali è cresciuto del 4,1% anno su anno, con un fatturato mondiale che ha raggiunto i 241 miliardi di dollari. I primi 5 fornitori di applicazioni aziendali nel 2020 sono stati Sap, Salesforce, Oracle, Intuit e Microsoft, che insieme hanno rappresentato il 22,8% dei ricavi mondiali.
Lo afferma il nuovo rapporto “Worldwide enterprise applications software forecast, 2021-2025: a digital-first world requires next-generation applications”, con cui l’International data corporation (Idc) fornisce le previsioni quinquennali per il mercato del software per applicazioni aziendali. Il report fornisce anche una previsione per i ricavi delle applicazioni aziendali per tipo di distribuzione (cloud pubblico o locale) e area geografica.

Il mercato delle applicazioni aziendali comprende i seguenti mercati secondari: gestione delle risorse aziendali (Erm), gestione delle relazioni con i clienti (Crm), applicazioni di ingegneria, gestione della catena di approvvigionamento (Scm) e applicazioni di produzione. Ciascuno di questi mercati secondari è costituito da più mercati funzionali.

Resilienza al centro delle strategie

La resilienza digitale, ovvero la capacità di un’organizzazione di adattarsi rapidamente alle interruzioni dell’attività sfruttando le capacità digitali non solo per ripristinare le operazioni aziendali, ma anche per sfruttare le mutate condizioni, è diventata un punto focale per le organizzazioni nel 2020.
“La resilienza digitale è un requisito nel mondo digitale – spiega Mickey North Rizza, vicepresidente del programma Enterprise applications and digital commerce di Idc -. Per adattarsi rapidamente a un’interruzione dell’attività aziendale è necessario che un’azienda sfrutti le proprie capacità digitali all’interno del proprio portafoglio di applicazioni aziendali. Le applicazioni modulari e intelligenti stanno aiutando l’organizzazione a sfruttare i dati e acquisire informazioni per manovrare meglio l’organizzazione in modo che possa rimanere resiliente e trarre vantaggio dalle mutate condizioni“.

WHITEPAPER
Product Lifecycle Management: cos’è, come funziona e come deve evolvere
Logistica/Trasporti
Manifatturiero/Produzione

Mercato in crescita graduale

Idc prevede che i ricavi mondiali per il mercato delle applicazioni aziendali saranno di quasi 334 miliardi di dollari nel 2025, poiché le organizzazioni rinnoveranno i propri portafogli di applicazioni per offrire la resilienza e la flessibilità digitali necessarie per prosperare nell’economia digitale. Questo sarà un processo graduale man mano che le organizzazioni valuteranno i loro portafogli attuali e le numerose personalizzazioni in queste applicazioni e definiranno una strategia di trasformazione. Si prevede che la domanda di applicazioni aziendali basate su cloud pubblico produrrà un tasso di crescita annuale composto (Cagr) quinquennale del 13,6%, superando il Cagr del 6,7% per il mercato complessivo e superando il software on-premise nei prossimi anni.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5