L'ACCORDO

Nuove professioni, ministero dell’Istruzione e Toyota rinnovano la partnership

Obiettivo dell’intesa è rafforzare il rapporto tra scuola e mondo del lavoro. Previsto l’accesso privilegiato alle posizioni che si aprono in azienda attraverso la piattaforma digitale di ricerca e selezione del personale “Your Future”

01 Dic 2021
istruzione

Toyota Motor Italia e Ministero dell’Istruzione rinnovano la partnership per rafforzare il rapporto tra scuola e mondo del lavoro nel settore della mobilità, attraverso lo sviluppo delle competenze trasversali dei giovani, il loro orientamento formativo e creando un legame diretto tra domanda e offerta nel mercato del lavoro. L’accordo prevede lo sviluppo dei Percorsi per le Competenze Trasversali e l’Orientamento nelle scuole secondarie di secondo grado del territorio nazionale, e si inserisce nel pluridecennale rapporto tra il Ministero dell’Istruzione e Toyota, iniziato nel 1995, che ha visto nascere il progetto formativo T-Tep (Toyota – Technical Education Program) rivolto a una rete di 19 Istituti tecnici e professionali in tutta Italia, che ha già formato migliaia di studenti.

Al termine del percorso formativo, gli studenti riceveranno una certificazione da parte di Toyota delle loro competenze e potranno usufruire di un accesso privilegiato alle posizioni di lavoro che si aprono presso le concessionarie Toyota e Lexus in Italia, attraverso la piattaforma digitale di ricerca e selezione del personale “Your Future”.

L’obiettivo dell’accordo è di favorire l’acquisizione da parte delle studentesse e degli studenti di competenze tecnico-professionali, relazionali e manageriali nell’ambito delle soluzioni di mobilità elettrificate, un “segmento in crescita costante che avrà sempre più bisogno di figure professionali specifiche al passo con le nuove tecnologie e le nuove esigenze degli utenti – si legge in una nota – Infatti, accanto alle figure professionali come il tecnico di officina e l’addetto ai ricambi, troviamo anche percorsi formativi centrati su competenze trasversali come la gestione dei processi di vendita o della relazione con il cliente”.

Tra le diverse attività che prevedno il coinvolgimento di Toyota Motor Italia c’è il trasferimento ai docenti di know-how in linea con le nuove competenze ricercate nell’ambito della mobilità e il supporto agli istituti attraverso la messa a disposizione di strumenti e attrezzature per l’implementazione degli standard professionali necessari agli studenti per ottenere poi la certificazione delle proprie competenze con particolare riferimento alle motorizzazioni ibride ed elettrificate.

“Il Protocollo d’Intesa fra il Ministero dell’Istruzione e Toyota Motor Italia – spiega Maria Assunta Palermo, direttore generale del Ministero dell’Istruzione per gli ordinamenti scolastici, la valutazione e l’internazionalizzazione del sistema nazionale di istruzione – vuole rappresentare un ulteriore strumento di incontro fra la scuola e il mondo del lavoro, al servizio delle studentesse e degli studenti, ai quali, attraverso le azioni in esso previste, è offerta l’opportunità di rafforzare le loro competenze tecniche e tecnologiche, in continua e incessante evoluzione e, al contempo, di affinare le molteplici competenze trasversali richieste ai giovani che si apprestano ad entrare nel complesso mondo del lavoro”.

“Siamo orgogliosi di rinnovare il Protocollo con il Ministero dell’Istruzione, che conferma da un lato la necessità dello sviluppo di figure tecniche al passo con i tempi, dall’altro il valore del know-how che come Toyota possiamo offrire al mondo della scuola e del lavoro – aggiunge Luigi Ksawery Lucà, amministratore delegato di Toyota Motor Italia – Grazie agli oltre 19 milioni di veicoli elettrificati venduti nel mondo vantiamo un’esperienza unica che vogliamo condividere con la società, contribuendo a formare figure professionali di alto livello e offrendo poi loro la possibilità di entrare in contatto diretto con la rete del Gruppo Toyota”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 3