Sfida blockchain, via all’hackathon per il made in Italy - CorCom

L'INIZIATIVA

Sfida blockchain, via all’hackathon per il made in Italy

In campo Var Group e Talent Garden. Formazione a 360 gradi per la maratona rivolta a giovani talenti. Obiettivo: l’elaborazione di un progetto per la valorizzazione dei processi reali

04 Ago 2021

L. O.

Lancia un ponte tra giovani talenti e mondo delle aziende innovative il nuovo hackaton dedicato alla blockchain. Lo lanciano Var Group, operatore italiano nel settore servizi e soluzioni Ict, e Talent Garden, piattaforma per il networking e la formazione. L’iniziativa si svolgerà il 19, 20 e 21 settembre nell’ambito della Convention Var Group a Riccione.

Gli obiettivi dell’hackathon

La maratona di sviluppo permetterà ai giovani talenti di lavorare ad un progetto ad alta priorità strategica che ha come obiettivo migliorare, attraverso la blockchain, i processi reali di aziende di numerosi settori del Made in Italy.

WHITEPAPER
Energy e Blockchain: quali opportunità?
Blockchain
Utility/Energy

A ciascun team di ragazzi coinvolti verrà assegnata una sfida specifica. Dovranno essere analizzate le esigenze di business della realtà alla quale saranno associati, e realizzare un progetto che le aziende potranno scegliere di implementare.

I vincitori riceveranno un premio in denaro del valore di 500 euro a partecipante.

Come si partecipa alla maratona

La partecipazione all’hackathon è aperta a 6 squadre, composte da un massimo di 5 componenti ciascuna.

Due le modalità di partecipazione: si potrà inoltrare la propria richiesta nella sezione dedicata all’iniziativa sul sito Var Group specificando se si intende partecipare da soli, avendo comunque la possibilità di essere inseriti in un team in fase di gara, o in un gruppo già costituito.

I partecipanti verranno seguiti durante la maratona da esperti di Var Group e Talent Garden, ricevendo una formazione sul campo a 360 gradi.

A caccia di idee innovative

“L’hackathon Var Group è giunto alla settima edizione e siamo molto orgogliosi di realizzarlo in collaborazione con Talent Garden, un partner con il quale condividiamo l’obiettivo di creare una sinergia tra innovazione e business” – commenta Francesca Moriani Ceo Var Group -. Crediamo sia assolutamente prioritario promuovere la connessione e il dialogo tra giovani menti e tessuto imprenditoriale italiano: la circolazione di idee innovative favorisce tutti, e chi ne beneficia è soprattutto il sistema Paese.”

“Negli ultimi mesi, a seguito dell’impatto della pandemia sulle aziende, abbiamo visto un forte trend verso la digitalizzazione con focus sulla crescita delle persone e progetti di open innovation, la nostra mission è proprio promuovere questi processi di apertura e contaminazione attraverso iniziative che rispondano strategicamente alle esigenze delle aziende – dice Davide Dattoli, co-founder e Ceo di Talent Garden -. Per questo crediamo che l’hackaton sia un’occasione unica di confronto tra talenti e una realtà all’avanguardia come Var Group, oltre a una grande opportunità per proporre idee innovative che possono avere un futuro”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA