Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

IL PROGETTO

Torino, robot in cattedra per insegnare le Stem ai bambini

La prima sperimentazione del genere è in corso alla World international school, con il “Comau E.do learning Lab”. Automi e docenti insieme per avvicinare i più piccoli al mondo della scienza e della tecnologia

11 Feb 2019

A. S.

I robot in classe possono aiutare gli insegnanti per le attività didattiche pratiche, rendendo più coinvolgenti le lezioni, e possono essere utili agli studenti per conoscere più da vicino il mondo della scienza e della tecnologia. Su questo principio si basa l’introduzione a scuola dei robot, sperimentata per la prima volta in Italia alla Wins, World international school di Torino, che ha adottato un nuovo progetto messo a punto da Comau, “E.Do learning Lab”, destinato alle classi dei primary e middle years dell’istituto, con l’obiettivo di favorire la diffusione delle discipline Stem, delle Soft Skills e del Coding nei programmi didattici grazie al robot open source E.Do.

La piattaforma mette a disposizione di studenti e insegnanti esercizi, idee di esperimenti, lezioni di matematica e robotica e permette ai docenti di sviluppare con le loro classi competenze trasversali quali lavoro in team, problem solving, creatività.

E.Do Learning Lab è un progetto innovativo – spiega Lara Pazzi, school manager & academic coordinator di Wins – che si integra perfettamente in quella idea di scuola proiettata al futuro che la nostra scuola internazionale propone. Attraverso l’integrazione della tecnologia al servizio dell’apprendimento, educhiamo i bambini e ragazzi ad un utilizzo intelligente degli strumenti tecnologici e li supportiamo nello sviluppo delle capacità logiche e del pensiero critico. In una prima fase il progetto ha coinvolto i nostri docenti, che sono stati formati da esperti Comau e, grazie alla piattaforma che fornisce loro anche slide, video, esercizi e tool di valutazione, hanno capito come integrare le loro lezioni con E.Do e come coinvolgere i bambini con la tecnologia. Il vantaggio per gli allievi è di poter avere in classe un Laboratorio educativo di robotica, perfettamente attrezzato e scoprirne tutte le potenzialità con i propri insegnati”.

“La collaborazione con Wins – aggiunge Ezio Fregnan, Comau academy director – nella realizzazione del primo E.Do Learning Lab in Italia, è la concreta espressione del potenziale di innovazione didattica e tecnologica presente in ambito scolastico sul nostro territorio. Il progetto E.Do Experience, di cui il Learning Lab è una parte integrante, è costruito intorno al nostro innovativo robot modulare e open source E.Do, e testimonia l’impegno di Comau nei confronti delle nuove generazioni, capaci di guidare la trasformazione digitale ormai in atto”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Personaggi

E
Ezio Fregnan
L
Lara Pazzi

Aziende

C
Comau
W
Wins

Approfondimenti

C
coding
E
e.DO
R
robot
S
Stem

Articolo 1 di 5