LA NOMINA

Microsoft Italia, cambio al vertice: Vincenzo Esposito nuovo Ad

Da dieci anni in azienda, il manager eredita il timone da Silvia Candiani che assume un ruolo globale con l’incarico di vice president del settore telecomunicazioni. “Dal Pnrr grandi opportunità per innovare”

Pubblicato il 20 Mar 2023

Microsoft_ESPOSITO_1_low

Cambio al vertice di Microsoft Italia: Vincenzo Esposito è il nuovo amministratore delegato. Il manager succede a Silvia Candiani, alla guida della filiale dal settembre 2017, che assume per Microsoft un ruolo globale e diventa Vice President del settore Telecomunicazioni. Entrambe le nomine saranno effettive a partire da lunedì 3 aprile 2023.

Le responsabilità di Esposito

Esposito guiderà la filiale italiana che, insieme all’ecosistema di oltre 14.000 partner sul territorio, è impegnata ad accelerare la trasformazione digitale delle organizzazioni italiane, pubbliche e private, e a promuovere una crescita sostenibile del Paese. Impegno che si traduce anche con un piano di investimenti in tecnologie e formazione – Ambizione Italia – che prevede da un lato, lo sviluppo della nuova regione Data Center italiana per aiutare le aziende ad accedere in modo ancora più semplice a servizi cloud locali e sicuri per una maggiore efficienza e produttività e, dall’altro, un programma di formazione sulle competenze digitali per studenti e professionisti che ad oggi ha raggiunto 3 milioni di persone, affinché le imprese possano cogliere i benefici del digitale.

WHITEPAPER
Analisi del Decreto PNRR 2: tutte le novità in materia di pubblico impiego
Pubblica Amministrazione
E-Gov

“Sono molto felice di tornare in Italia ed entusiasta dell’opportunità che mi aspetta. Negli ultimi tre anni ho osservato il team italiano e l’impatto che sta avendo sul mercato. È motivo di orgoglio vedere le aziende italiane scegliere Microsoft come partner per il proprio percorso di trasformazione digitale, grazie anche al supporto della nostra rete di partner specializzati sul territorio – commenta Esposito – Guardando avanti, vedo un futuro molto stimolante davanti a noi. L’innovazione sul fronte dell’Intelligenza Artificiale unita al lancio della prima della Region Data Center italiana consentiranno di accelerare la diffusione e utilizzo di servizi cloud e soluzioni digitali per far crescere le organizzazioni del Paese. Inoltre i fondi Pnr, offrono all’Italia una grande opportunità per innovare e, come Microsoft possiamo fare la differenza, aiutando le imprese pubbliche e private a orientarsi nello scenario digitale e ad affrontare le sfide attuali”.

La carriera di Esposito

In Microsoft da 10 anni, Vincenzo Esposito rientra in Italia dopo un’esperienza di 3 anni nell’area Central & Eastern Europe dove era alla guida della team Global Partner Solutions, ovvero l’ecosistema dei partner della Regione. Nel corso della sua carriera in Microsoft Italia ha guidato il team che seguiva l’innovazione per il mercato delle Piccole e Medie imprese e successivamente la Divisione dedicata ai progetti di trasformazione digitale sulle grandi realtà del Paese, maturando quindi una conoscenza a 360 gradi dell’ecosistema Microsoft.

Prima di entrare in Microsoft, Vincenzo Esposito ha trascorso 11 anni in Dell alla guida di importanti aree di business in Italia e in Europa ricoprendo posizioni quali Emea End-User-Computing Director, Emea Strategic Alliances Director, Sales Director Small & Medium Business South Europe e Country Manager di Dell Italy. In precedenza, ha lavorato presso la sede europea di Canon ad Amsterdam e in Unisys in diverse posizioni in ambito Marketing e Vendite. Vincenzo Esposito ha una Laurea in Scienze Politiche conseguita alla Luiss di Roma e un Mba ottenuto presso la Henley Business School in Gran Bretagna.

Il futuro di Silvia Candiani

Dopo quasi 6 anni alla guida di Microsoft Italia, Silvia Candiani cresce all’interno dell’azienda e assume il ruolo di Vice President Telecommunication Industry, con la responsabilità di guidare a livello globale il team dedicato alla digitalizzazione del mondo Telecomunicazioni, in una fase in cui le organizzazioni del settore stanno facendo leva sulla tecnologia per migliorare le relazioni con i clienti, trasformare le operazioni e individuare nuovi scenari di innovazione e crescita. Nei giorni scorsi si erano diffusi anche rumors circa la possibilità che Candiani vada alla guida di Fastweb, il cui attuale Ad Alberto Calcagno dovrebbe lasciare l’incarico a fine anno.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articolo 1 di 3