Smart working, in Lombardia bando da 4,5 milioni - CorCom

LE DOMANDE DA APRILE

Smart working, in Lombardia bando da 4,5 milioni

L’avviso pubblico sul sito della Regione. L’iniziativa è finanziata con risorse del Por Fse 2014-2020. Agevolazioni a fondo perduto sotto forma di voucher

04 Mar 2020

L. O.

La Lombardia spinge sullo smart working. Pubblicato sul sito della Regione il bando da 4,5 milioni per promuovere nelle imprese lombarde un modello organizzativo che “consente – si legge nell’avviso – una maggiore flessibilità per quanto riguarda il luogo e i tempi di lavoro. Adottare piani di smart working consente di incrementare la produttività e aumentare il benessere di lavoratori e lavoratrici”. L’iniziativa è finanziata con risorse del Por Fse 2014-2020. L’agevolazione viene concessa a fondo perduto sotto forma di voucher aziendale.

L’avviso è rivolto ai datori di lavoro, iscritti alla Camera di Commercio o in possesso di partita Iva, con almeno 3 dipendenti, per due tipi di azione. La prima (3 milioni) riguarda servizi di consulenza e formazione finalizzati all’adozione di un piano di smart working con relativo accordo aziendale o regolamento aziendale approvato e pubblicizzato nella bacheca e nella intranet aziendale. La seconda (1,5 milioni) riguarda l’acquisto di strumenti tecnologici per l’attuazione del piano di smart working.

Come mettere a disposizione gli strumenti di cui ogni dipendente ha bisogno, da qualsiasi dispositivo stia lavorando? Clicca qui e scoprilo in questo Case Study

Le attività dovranno essere svolte esclusivamente presso sedi operative o di esercizio lombarde. Ma potranno accedere all’incentivo anche le imprese che, alla data di presentazione della domanda, non hanno una sede operativa attiva in Lombardia ma che si impegnano a costituirla entro la data di accettazione del contributo.

Come presentare la domanda

Le domande potranno essere presentate a partire dal 2 aprile 2020 fino al 15 dicembre 2021.

Il bando si rivolge a tutte le micro, piccole e medie imprese, con almeno 3 dipendenti, escluse quelle del settore agricolo.
La selezione dei progetti avverrà tramite procedura valutativa a sportello, secondo l’ordine cronologico di presentazione della domanda, a seguito di istruttoria formale. L’approvazione del contributo avverrà entro 60 giorni dalla presentazione della domanda.

Case Study - Come abilitare lo smart working, virtualizzando voce e videoconferenza

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

R
regione lombardia

Approfondimenti

B
bando pubblico
I
imprese Lombardia