Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

L'INIZIATIVA

Basta “bulli” su Instragram: arriva Restrict

La nuova funzionalità consentirà di oscurare e “bannare” i post offensivi. In sperimentazione anche un servizio che consente di verificare se il contenuto in pubblicazione non è conforme alle regole

09 Lug 2019

Enzo Lima

Basta insulti e post offensivi: Instagram ha deciso di limitare il raggio d’azione in particolare dei “cyberbulli” attraverso una serie di funzionalità che consentiranno di “oscurare” e bloccare i post considerati lesivi direttamente da parte delle vittime.

In particolare il social network si prepara a lanciare Restrict, una funzionalità che di fatto “isolerà” i molestatori: una volta bloccati dalle vittime saranno infatti gli unici destinatari dei propri messaggi che non potranno dunque essere più letti né diffusi attraverso i singoli profili. Di fatto si dà la possibilità a ciascun utente di decidere quali contenuti approvare e quali rendere visibili.

Se è vero che sul social è già possibile bloccare i contenuti molesti, la nuova funzionalità permette di bloccare i contenuti senza che l’autore se ne accorga. “I giovani sono riluttanti a bloccare o segnalare il loro persecutore, perché credono che ciò possa aggravare la situazione, specialmente se interagiscono con lui nella vita reale”, spiega in un post il numero uno di Instagram Adam Mosseri.

Instagram sta inoltre testando da alcuni giorni una funzione, basata sull’intelligenza artificiale, che avverte gli utenti se il commento che stanno per pubblicare rischia di essere offensivo. Una sorta di “pre-alert” per indurre a non pubblicare contenuti molesti.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4