LE NUOVE FUNZIONALITA'

Facebook, via ai test per aprire 5 profili. E su Instagram si paga via chat

Gli utenti li potranno collegare al proprio account per interagire in modo diverso sulla piattaforma, con la creazione di contenuti personalizzati. E sul social delle foto si parte con l’acquisto di beni e servizi sui Direct Messages

19 Lug 2022

Lorenzo Forlani

zuckerberg-mark-facebook-141023130043

Facebook-Meta guarda ha avviato una fase sperimentale in cui permetterà ad alcuni utenti – e poi eventualmente a tutti gli altri – di collegare fino ad altri quattro profili all’account di base. Lo riferisce il sito Techcrunch, citando un portavoce di Meta e spiegando come con questo test si darà la possibilità di utilizzare cinque diversi profili, anche usando nomi inventati, per interagire in modo diverso sulla nota piattaforma, con la creazione di contenuti personalizzati a seconda della propria identità, delle proprie preferenze e del proprio ambiente di interazione (ad esempio profili usati per interagire con amici e quelli per connettersi con i propri colleghi di lavoro).

Come funziona il meccanismo

Per aiutare gli iscritti a personalizzare la propria esperienza in base a interessi e relazioni, stiamo testando un modo per consentire di avere più di un profilo legato a un singolo account Facebook“, ha affermato un portavoce della società in una dichiarazione. L’idea alla base è quella di consentire agli utenti di avere profili specifici e più “adatti” a certi tipi di interazione, come ad esempio un profilo per seguire i propri influencer e artisti di riferimento.

WHITEPAPER
Automazione e validazione dei software? L'AI fa la differenza!
Intelligenza Artificiale
Software

Come accennato, sarà possibile usare identificativi inventati, muovendosi tra i propri profili attraverso un semplice click sulla propria foto, in alto a destra sullo schermo. Tutti i profili collegati saranno ovviamente soggetti alle politiche e agli standard di comunità di Facebook, quindi sarà ad esempio vietato usare nomi e immagini di terze persone, o di personaggi pubblici. In caso di violazione di questa regola, le conseguenze in termini di blocco o limitazione temporanea o permanente dell’account verrà applicata a tutti e cinque i profili.

Un cambiamento concettuale

Si tratterebbe di un cambiamento “concettuale” nell’approccio di Facebook: fino ad oggi, il social media aveva sempre spinto sulla necessità per gli utenti di utilizzare la propria vera identità online. Il calo degli utenti, contestuale alla crescita delle iscrizioni a TikTok, Instagram e Twitter – che permettono l’uso di identità inventate – ha spinto Mark Zuckerberg prima a metter in guardia i propri dipendenti sull’arrivo di “tempi duri”, con eventuali riduzioni del personale, e poi ad aprire a questa importante novità. A febbraio, l’azienda aveva riportato per la prima volta nella sua storia una diminuzione degli utenti giornalieri nell’ultimo quarto del 2021, bilanciata tuttavia da un nuovo aumento nei primi tre mesi del 2022.

Su Instagram arrivano i pagamenti in chat

Gli utenti di Instagram, piattaforma social di proprietà di Meta, potranno acquistare e pagare beni direttamente all’interno dei messaggi privati (Direct Messages). Ad annunciare la nascita di Payments in chat, questo il nome del servizio, è stato il ceo di Meta Mark Zuckerberg, che in un post sul suo profilo personale Instagram ha scritto: “Ora sarà possibile acquistare prodotti da piccole imprese e monitorare il proprio ordine in chat su Instagram negli Stati Uniti. Paga con Meta Pay e fai il checkout in pochi tocchi”. La funzione, per ora disponibile solo negli Stati Uniti, permette agli utenti di finalizzare l’acquisto di un bene, effettuare il pagamento, tracciare l’ordine e ricevere assistenza (in-app) legata al proprio acquisto senza mai lasciare la conversazione con il venditore.
Uno screenshot di Meta ha illustrato il meccanismo: dopo che l’utente ha deciso di effettuare un acquisto, il venditore crea una richiesta di pagamento, che, una volta accettata dall’acquirente, viene processata tramite PayPal e Meta Pay, il servizio di pagamenti online di Meta, originariamente Facebook Pay. Secondo i dati di Meta, ogni settimana fino a un miliardo di utenti tra Facebook e Instagram contatta online piccole imprese per avere informazioni riguardo l’acquisto di beni e prodotti.
Il lancio della nuova funzionalità arriva un mese dopo che Meta ha ufficialmente ribattezzato Facebook Pay in Meta Pay. Le funzionalità del prodotto e l’esperienza utente complessiva a cui le persone sono abituate con Facebook Pay rimangono le stesse su Facebook, Instagram, WhatsApp e Messenger. Zuckerberg ha però ichiarato in quell’occasione che, sebbene il servizio rimarra’ lo stesso, il nuovo nome rappresenta il primo passo di Meta verso la creazione di un portafoglio digitale per il Metaverso.
@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 3