Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

LA MAXI OFFERTA

Guerra di rilanci su Sky: Comcast sfida 21st Century Fox e mette sul piatto 34 miliardi

Il colosso americano della tv via cavo supera la proposta di Murdoch. E incassa subito l’approvazione del Comitato dei direttori indipendenti di Sky. Si punta a chiudere l’operazione entro ottobre. Cosa succederà con gli assett ceduti a Disney?

12 Lug 2018

Continua la guerra di rilanci per il controllo di Sky. Comcast risponde a Fox, rivedendo al rialzo l’offerta sulla piattaforma europea. La società ha messo sul piatto 14,75 sterline per ogni azione Sky, proponendo una valutazione della pay tv europea da 34 miliardi di dollari.

Nel dare l’annuncio dell’iniziativa, Comcast rende noto che il Comitato dei direttori indipendenti di Sky ha dato il suo appoggio all’offerta. “Comcast ha a lungo ammirato Sky e crede che sia una compagnia eccezionale e un partner adatto per Comcast”, si legge in una nota dell’azienda. La società ha già ricevuto “rilevanti approvazioni da parte delle autorità di regolamentazione di Unione europea, Austria, Germania, Italia e Jersey”. Attende ora di completare l’acquisizione prima della fine di ottobre 2018.

Quella di oggi è solo l’ultima mossa del colosso della tv via cavo, deciso a sfidare l’impero di Rupert Murdoch. Soltanto ieri Fox era arrivata a proporre 14 sterline per azione, pari a 24,5 miliardi di dollari, per aggiudicarsi quella fetta di Sky non ancora in suo possesso e avere così il controllo completo della tv europea. La società di Murdoch detiene infatti già il 39% della piattaforma e la sua offerta prevede una valutazione totale di 32,5 miliardi di dollari. La contromossa del concorrente migliora però il premio del 5,4%. Fox ha preso atto dell’offerta superiore di Comcast, ma non ha rilasciato alcun commento.

Nelle intenzioni di Comcast, Sky diventerebbe il punto d’appoggio per sbarcare nel mercato europeo e competere con Netflix e Amazon. Il gruppo, già proprietario dei canali televisivi Nbc, Cnbc, Msnbc e dello studio cinematografico Universal, sembra deciso ad averla vinta sul magnate australiano, che le ha preferito Walt Disney per la cessione degli asset della 21st Century Fox.

A giugno la compagnia di Murdoch ha accettato l’offerta di Walt Disney, accordandosi per cedere alla società di Bob Iger un pacchetto che comprende Star India, studi cinematografici e televisivi, reti via cavo dedicate all’intrattenimento, la quota nel servizio di video in streaming Hulu e la stessa partecipazione in Sky. Disney pagherà 38 dollari per azione, 35,7 miliardi di dollari in contanti e rileverà 13,8 miliardi di debito netto di Fox. Un’operazione complessiva da 85 miliardi di dollari.

La battaglia per quegli assett sembrava conclusa. Se Comcast dovesse avere successo su Sky, non è escluso che decida di riaprire la partita con Disney e rilanciare anche su Fox.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5