STRATEGIE

Meta taglia le assunzioni del 30%: “Pronti ad affrontare austerity”

L’azienda riduce a 6-7mila gli ingressi di nuovi ingegneri, dai 10mila previsti per il 2022. Il ceo Zuckerberg: “Pesa la crisi recessiva aggravata dall’impatto delle regole privacy sul business pubblicitario di Facebook”. Spinta sugli investimenti in Intelligenza artificiale e Instagram

01 Lug 2022

L. O.

meta-6946715_1280

“Missione austerity” per Meta. Che si prepara ad affrontare “una delle crisi economiche peggiori della storia recente” fa sapere l’azienda guidata da Mark Zuckerberg. Primo passo “anti-crisi”, il taglio del 30% delle assunzioni di nuovi ingegneri: nel 2022 ne entreranno solo 6-7mila contro i 10mila inizialmente previsti. L’annuncio è stato fatto dal Ceo ai dipendenti nel corso di una riunione, riporta la Reuters.

Ridimensionate le ambizioni delle big tech

“Se dovessi scommettere, direi che questa rischia di essere una delle peggiori recessioni che abbiamo visto nella storia recente”, ha detto Zuckerberg spiegando che oltre a ridurre le assunzioni la società sta lasciando vacanti alcune posizioni e “aumentando la pressione” sul personale. “”Ci sono probabilmente un sacco di persone qui in azienda che non dovrebbero essere qui”, ha detto.

INFOGRAFICA
Ora si va verso un eCommerce maturo: scopri come sfruttarlo al massimo!
Marketing
E-Commerce

La società sta preparandosi ad affrontare una seconda metà dell’anno più “snella”, dovendo far fronte alle pressioni macroeconomiche e all’impatto dei regolamenti privacy sul suo business pubblicitario.

Meta/Facebook non è l’unica big tech ad aver ridimensionato le proprie ambizioni in previsione di una possibile recessione negli Stati Uniti. Certo è che Meta ha registrato un calo del valore delle azioni maggiore rispetto ai concorrenti Apple e Google.

La società ha perso infatti circa la metà del proprio valore di mercato quest’anno all’indomani della contrazione di utenti attivi sulla sua app di punta, Facebook.

La concorrenza con TikTok

Anche la concorrenza con TikTok si fa sentire, mentre sono in cantiere strategie per scommettere su realtà aumentata e virtuale in grado di rilanciare Instagram contro l’avversario cinese. “L’interesse per video brevi in ​​stile TikTok di Meta Reels è cresciuto rapidamente – ha detto il Chief Product Officer di Meta Chris Cox  -. Il coinvolgimento degli utenti con Reels potrebbe fornire una chiave per rafforzare i profitti”.

La guerra con Apple

L’azienda ha spiegato che le nuove politiche di privacy intraprese dai colossi del tech, in modo particolare Apple, hanno reso più complicato per gli inserzionisti raggiungere il loro pubblico sulle piattaforme di Meta, riducendo così gli investimenti e le entrate.

Per compensare l’impatto dell’aggiornamento di Apple, che ha limitato la capacità di Facebook di indirizzare gli annunci a un pubblico specifico su iPhone, Cox ha detto che la società sta spingendo al massimo per monetizzare con gli Instagram Reels, investendo anche nell’Intelligenza Artificiale per analizzare gli usi e costumi degli iscritti e fornire così agli analisti dati utili alla classificazione degli utenti.

Le novità su Facebook

Intanto nelle ultime ore, proprio Facebook ha introdotto due novità rivolte ai gruppi. La prima riguarda un nuovo menu laterale pensato per semplificare l’accesso ai gruppi preferiti.

La seconda invece è l’introduzione dei canali. Su Facebook gli amministratori dei gruppi potranno presto aprire tre tipologie di canali: chat, audio e feed. In modo particolare l’ultimo permetterà di creare sottogruppi all’interno di cerchie più ampie, ad esempio per raccogliere tifosi di una stessa squadra in un gruppo generale dedicato ad uno sport.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5