Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

I RISULTATI

Per Sky utili in crescita del 10%: “In Italia risultati rivoluzionari grazie alla fibra e al Dtt”

La pay tv britannica registra ricavi pari a 13,58 miliardi di sterline, in aumento del 5%. Oltre mezzo milione di nuovi clienti e un totale di 23 milioni di famiglie europee abbonate. L’ad Jeremy Darroch entusiasta dei numeri raggiunti in Italia grazie ai nuovi servizi su digitale terrestre e ultrabroadband

26 Lug 2018

Giorgia Pacino

Utili in crescita del 10% e mezzo milione di nuovi clienti. Risultati che potrebbero riaccendere la guerra di rilanci tra Fox e Comcast. Sky, la pay tv europea al centro della contesa tra l’impero di Rupert Murdoch e il colosso Usa della tv via cavo, ha chiuso “un anno eccezionale”, come lo ha definito l’ad Jeremy Darroch.

Il gruppo televisivo britannico ha fatto registrare ricavi pari a 13,58 miliardi di sterline, in crescita del 5% . Sky segnala una crescita dei ricavi del 6% in Italia, Germania e Austria e del 4% in Gran Bretagna e Irlanda. L’Ebitda sale a 2,45 miliardi di sterline. In particolare, in Italia il margine operativo lordo è cresciuto del 29%. L’utile è salito a 1,68 miliardi, con un guadagno per azione di 67,3 pence. Nel quarto trimestre crescono del 39% anche i clienti, con 23 milioni di famiglie europee abbonate a Sky.

Oltre mezzo milione di nuovi clienti si è unito a Sky quest’anno. Ora abbiamo 63 milioni di prodotti nelle case dei clienti, che continuano a scegliere Sky rispetto agli altri operatori”, aggiunge Darroch. L’ad della compagnia britannica definisce “eccellenti” le prestazioni operative e finanziarie registrate nel Regno Unito e in Irlanda. “In Germania e in Austria, abbiamo completamente aggiornato tutti i nostri servizi come parte dei nostri piani per una crescita sostenuta a lungo termine in quello che è il più grande mercato televisivo europeo”.

Il numero uno di Sky si dice soddisfatto dei risultati raggiunti nel nostro Paese. “In Italia, abbiamo avuto un anno rivoluzionario offrendo nuovi servizi su Dtt e fibra, che ci consentono di raggiungere nuovi segmenti di mercato”.

Nel quarto trimestre, la piattaforma pan-europea ha conquistato 57 mila nuovi clienti e 133 mila nuovi utenti che pagano a prodotto. I ricavi sono cresciuti del 6% a 2.631 milioni di sterline, con ricavi medi per unità (Arpu) di 45 euro, il livello più alto di sempre. I ricavi da pubblicità sono cresciuti del 13%, con performance superiori alla media del mercato pubblicitario televisivo trainato da ottime prestazioni dei canali free e digitali. L’ebitda è cresciuto del 29% a 342 milioni di sterline.

“Il business ha preso un ottimo slancio”, ha sottolineato Darroch. “Qualunque cosa riservi per noi il futuro, Sky sta vivendo davvero un buon momento”. La piattaforma, al 39% di proprietà di Fox, ha ricevuto all’inizio del mese un’offerta da Comcast, pronta a pagare 34 miliardi di dollari, pari a 14,75 sterline per azione. Più delle 14 sterline per azione promesse poche ore prima da Fox per rilevare il restante 61% della compagnia.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

C
comcast
F
Fox
J
Jeremy Darroch
S
Sky

Articolo 1 di 5