Twitter, Italia in pole position per i messaggi che si autoeliminano - CorCom

LE NUOVE FUNZIONALITA'

Twitter, Italia in pole position per i messaggi che si autoeliminano

La piattaforma di microblogging lancia il test dei “Fleet” che scompaiono dopo 24 ore e l’opzione che permette agli utenti di selezionare gli interlocutori nelle conversazioni

22 Mag 2020

Domenico Aliperto

Twitter sta testando due nuove funzionalità dedicate alla conversazioni che avvengono sulla piattaforma di microblogging. “Partecipare e capire cosa sta succedendo nel mondo è fondamentale per una conversazione pubblica utile ed efficace”, comunica la società. Per questo motivo, “sta studiando nuovi modi per migliorare l’esperienza di utilizzo e dare la possibilità alle persone di avere maggiore controllo sulle proprie conversazioni”.

Scegliere gli account che possono rispondere ai Tweet

Il gruppo di utenti selezionati per partecipare al primo dei due progetti pilota in corso potrà scegliere chi far rispondere ai propri Tweet: tutti, i follower o gli account menzionati. Oltre a limitare le risposte, questa nuova funzione consente alle persone di creare nuove conversazioni (“fireside chats”), fare interviste e altri tipi di conversazioni su invito per un singolo utente o un gruppo ristretto di persone. Inoltre, Twitter sta semplificando la visualizzazione e la lettura delle conversazioni sviluppate a partire da un Tweet con un nuovo layout per le risposte e rendendo più immediata la funzione di Retweet con commento.

In Italia parte il test sulla funzione Fleet

Twitter ha poi lanciato in alcuni mercati, tra cui l’Italia, il test di Fleet, che sarà invece disponibile per tutti gli utenti della piattaforma. Fleet è un nuovo formato per le conversazioni su Twitter che permette alle persone di condividere i propri pensieri con più disinvoltura e con più controllo: i Fleet scompaiono nel giro di 24 ore e non c’è la possibilità di retwittarli, mettere “Mi Piace” o di rispondere pubblicamente. L’opzione si rivolge dunque agli utenti per cui iniziare una conversazione risulta più difficile in quanto normalmente i Tweet sono pubblici, permanenti e mostrano il numero di Retweet e Mi Piace.

Fin dall’inizio dei primi test di Fleet, Twitter ha riscontrato che man mano le persone si sono sentite più a loro agio nel condividere i propri pensieri e le persone che magari prima twittavano in maniera sporadica, adesso stanno invece avviando più conversazioni sia tramite i Tweet che i Fleet. Inoltre, solo una piccola percentuale dei Fleet è stata segnalata.

“Gli italiani sono propensi a interagire e seguire su Twitter i propri connazionali, creando sulla piattaforma una grande comunità e dando frutto a volte a conversazioni estremamente interessanti e coinvolgenti”, commenta Mo Aladham, Product Manager di Twitter. “Siamo perciò curiosi di scoprire come useranno i Fleet, perché nelle nostre ricerche preliminari abbiamo rilevato che le persone si sentono più invogliate a condividere i propri pensieri con questa funzione, proprio perché consente di farlo in maniera temporanea”.

Per creare un Fleet, basta semplicemente toccare la propria immagine profilo in cima al feed. La nuova funzione sarà disponibile per tutti in Italia nelle versioni aggiornate delle applicazioni per iOS e Android che verranno rilasciate nei prossimi giorni.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4