Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

LO SCONTRO

Vivendi resta in Mediaset. Battaglia legale al rilancio

La società francese non esercita il recesso, ma avvia due cause in Spagna e Olanda. Obiettivo: contrastare il progetto Media for Europe

24 Set 2019

L. O.

Vivendi rilancia nella guerra con Mediaset, decisa a contrastare la nascita di Media for Europe, la holding olandese promossa dal Biscione per creare un polo Tv paneuropeo.

La società francese ha deciso di mantenere la propria quota nel capitale di Mediaset e contemporaneamente di elevare i toni dello scontro nelle aule giudiziarie: non solo in Italia, ma anche in Spagna e Olanda. In Spagna la causa punta a bloccare la fusione di Mediaset Espana con la controllante Mediaset spa, mentre in Olanda la causa ha l’obiettivo di vietare l’introduzione di una serie di voci nello statuto previsto dal piano di fusione.

In particolare Mediaset informa in una nota che “martedì 8 ottobre si terrà la prima udienza della causa di Appello promossa da Dailymotion, controllata da Vivendi, che ha impugnato la sentenza emessa dal Tribunale di Roma il 15 luglio 2019. Con tale sentenza Dailymotion è stata condannata a pagare 5,5 milioni di Euro per l’utilizzo illecito di 995 video Mediaset coperti da diritto d’autore. Tale sentenza ha concluso il primo grado della prima di sette diverse cause contro Dailymotion i cui esiti si attendono a breve e che, considerando i criteri economici riconosciuti nella prima sentenza, potrebbero dare luogo a un risarcimento complessivo superiore ai 200 milioni di euro”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

M
mediaset
V
vivendi

Approfondimenti

M
media for europe
M
Mediaset Vivendi

Articolo 1 di 5