Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

SOCIAL NETWORK

Emorragia teenager, per Facebook è emergenza “invecchiamento”

EMarketer corregge le stime della contrazione negli Usa della platea under25: tripla rispetto al previsto la “fuga” di adolescenti che abbandonano la piattaforma di Zuckerberg a favore di Snapchat. E il 2018 sarà ancora peggio

13 Feb 2018

Patrizia Licata

giornalista

Facebook perde utenti tra i giovanissimi a ritmi molto maggiori del previsto: eMarketer si attendeva un calo del 3,4% nella fascia d’età tra 12 e 17 anni negli Stati Uniti nel 2017, ma ora rileva che il calo tra i teenager su Facebook è quasi tre volte maggiore: -9,9%. A fine 2017 la piattaforma di Mark Zuckerberg ha 12,1 milioni di teenager iscritti tra i 12 e i 17 anni negli Stati Uniti, circa 1,4 milioni in meno del 2016.

La società di ricerche ha dovuto correggere una stima che già costituiva un primo campanello d’allarme per il social network più popolare al mondo: era la prima volta che eMarketer metteva in preventivo un calo di un gruppo di utenti su Facebook. Nell’intera fascia di età sotto i 25 anni, Facebook ha perso 2,8 milioni di utenti negli Stati Uniti nel 2017.

La piattaforma di Zuckerberg ha perso il suo “cool factor” negli anni, spiegano i ricercatori, e i giovani sono attratti da nuove piattaforme social che hanno caratteristiche diverse e più attrenti, in particolare la rapida “scomparsa” delle informazioni. E’ il caso di Snapchat e Instagram, dove si condividono messaggi, foto e video con carattere transitorio. Senza contare che su Facebook i giovani spesso ritrovano genitori, insegnanti, datori di lavoro o altri conoscenti con cui non vogliono condividere i loro materiali; sulle piattaforme social più nuove si sentono più liberi. Il 2018 non andrà meglio, continua eMarketer: il social network perderà circa 2,1 milioni di utenti under 25 negli Usa quest’anno.

Ovviamente i dati di eMarketer sono delle stime, la società non possiede rilevamenti esatti dell’audience come può averli Facebook; tuttavia sono sicuramente un’indicazione affidabile dei trend di utilizzo del social network che la società di Zuckerberg dovrà valutare, perché i giovanissimi oggi sono una quota minoritaria sul totale degli utenti di Facebook, ma saranno la maggioranza degli utenti Internet di domani.

Per ora, però, nessun grattacapo eccessivo per Zuckerberg: eMarketer pensa che l’audience complessiva di Facebook negli Usa continuerà a crescere; inoltre Facebook possiede Instagram, molto popolare tra i giovani e la cui base utenti negli Usa crescerà, stimano i ricercatori, del 13% quest’anno a 105 milioni di persone, un tasso superiore a quello previsto per il rivale più temuto, Snapchat, per il quale eMarketer prevede un aumento del 9% degli utenti Usa nel 2018, pari a 86,5 milioni di persone.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti sono chiusi.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link