LA LEGGE

Germania, l’hate speech costerà ai social fino a 50 milioni

E’ la prima legge al mondo sui contenuti offensivi. Mega-sanzioni per le piattaforme che non cancelleranno entro 24 ore messaggi, immagini o video aggressivi. A vegliare sul rispetto delle norme un apposito team del ministero della Giustizia

02 Ott 2017

A.S.

Facebook & Co sono considerati da ieri in Germania co-responsabili dei contenuti d’odio che vengono pubblicati attraverso le loro piattaforme social. E’ il senso del “Netwerkdurchsetzungsgesetz”, la legge in vigore da ieri che prevede multe molto salate, dai 5 ai 50 milioni di euro, per i social network che non eliminano i contenuti d’odio o le dichiarazioni diffamatorie, nei casi più gravi – come per i post che neghino l’olocausto – già entro 24 ore. Alle piattaforme con più di due milioni di utenti, quindi anche Facebook, Twitter e Youtube, la nuova norma approvata dal Bundesrat dà tre mesi di tempo per adeguarsi, per diventare operativa da gennaio 2018. Ogni social network interessato dalla norma ha dovuto inoltre nominare e indicare un responsabile per le denunce in Germania, e prendere l’impegno di stilare un report semestrale nel caso in cui in quest’arco di tempo abbiano ricevuto più di 100 segnalazione per la rimozione di contenuti d’odio.

WHITEPAPER
Punti vendita: cosa significa oggi “vendere” e come farlo al meglio?
Fashion
Marketing

Si tratta della prima legge di questo tipo mai messa a punto su scala globale, che affiderà a un team di 50 dipendenti del ministero della giustizia tedesco il compito di monitorare i social per verificare la corretta applicazione della legge. Allo stesso ministero spetterà poi di stabilire l’entità delle multe. “I crimini legati all’odio sono aumentati del 300% negli ultimi anni – spiega alla Zeit Heiko Maas, ministro uscente dell’SpdMolta gente abbandona esasperata i social network, perché non ne può più. Ma noi intendiamo proteggere anche la loro libertà di opinione”.

Argomenti trattati

Approfondimenti

B
bundesrat
F
facebook
G
germania
S
Spd