STRATEGIE

Accordo Agid-Toscana: dal cloud sprint ai territori digitali

Salgono a dieci le Regioni che hanno siglato l’intesa con l’Agenzia per l’attuazione dei rispettivi piani telematici. Si punta al consolidamento dei data center e alla diffusione degli open data

22 Mag 2020

F. Me.

Continua il supporto strategico di Agid per l’attuazione delle Agende digitali regionali con l’accordo firmato con Agenzia per la Coesione Territoriale e Regione Toscana. Diventano così dieci gli accordi sottoscritti con le Regioni italiane, in sintonia con le linee di azione del Piano Triennale per l’Informatica nella PA, con il contesto socio economico e le priorità territoriali.

Nove le iniziative progettuali programmate nell’Accordo finalizzate alla migrazione dei servizi in cloud, ad aumentare i livelli di sicurezza del sistema informativo regionale, adeguare i servizi regionali alle piattaforme Spid e PagoPA, migliorare i servizi di procurement, migliorare l’interoperabilità tra sistemi, potenziare i servizi per cittadini e imprese, far evolvere il sistema informativo open data.

Agid affianca la Regione Toscana nell’attuazione dell’Agenda digitale territoriale attraverso un piano di azioni che parte dai fabbisogni dell’ente e verrà attuato grazie alla governance garantita da un’unità centrale di gestione dei progetti (Program Management Office). L’unità supporterà le attività previste nell’accordo anche attraverso i Centri di Competenza Tematici che potranno agevolare il processo di trasformazione digitale tramite la condivisione di metodologie, strumenti operativi e professionalità specialistiche.

L’accordo promuove la collaborazione tra Agid e Regione Toscana per favorire i processi di trasformazione digitale dell’amministrazione regionale mediante la razionalizzazione del data center Tix e la sua evoluzione in Sistema Cloud Toscana (Stc) per il rafforzamento del cloud.

Si punta alla diffusione dei servizi digitali tramite la ristrutturazione ed evoluzione del portale OpenToscana e all’aumento dei dataset in formato open, grazie alla trasformazione del portale dati.toscana.it in hub dei siti degli Open Data presenti in Toscana.

Tra gli obiettivi anche l’aumento degli enti aderenti a PagoPA e la possibilità per i cittadini di disporre di un fascicolo delle posizioni debitorie con la PA tramite Iris.

WHITEPAPER
Come è cambiato in Italia il quadro normativo dei pagamenti digitali verso la PA?

Focus anche sulla diffusione dell’identità digitale con la realizzazione di un accesso unificato ai servizi con i livelli di sicurezza di Spid tramite la piattaforma Arpa, il rinnovo dell’infrastruttura per l’interoperabilità Cart con logica delle Api per una più efficiente fruizione di dati e servizi per gli ecosistemi digitali della PA.

Una parte corposa dell’accordo riguarda la cybersecurity con la strutturazione di un sistema regionale per la sicurezza informatica per la PA Toscana in coordinamento con i livelli nazionali. Sul fronte procurement si punta a rafforzare quello online basato sulla piattaforma Start.

Per quanto riguarda le imprese, verranno potenziati e semplificati i servizi tramite la piattaforma Star per i Suap.

L’intesa siglata con la Regione Toscana si inserisce nell’ambito dell’Accordo Quadro per la Crescita e la Cittadinanza Digitale Verso gli Obiettivi Europa 2020, ratificato da Agid e dalla Conferenza delle Regioni e Province Autonome a febbraio 2018. Obiettivo dell’inteesa è rafforzare la capacità delle Regioni di svolgere il ruolo di coordinamento a livello locale della trasformazione digitale dei servizi per i cittadini e imprese. Si sono gettate così le basi per una piena e più efficace attuazione sui territori del Piano Triennale e si è rafforzato il patto di collaborazione tra Agid, Regioni e Province Autonome.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

A
agenda digitale
A
agid
C
Cloud
T
toscana

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Link

Articolo 1 di 2