Agenda digitale, intesa Agid-Friuli Venezia Giulia - CorCom

PIANO TRIENNALE

Agenda digitale, intesa Agid-Friuli Venezia Giulia

Al centro della strategia le misure per la razionalizzazione dei data center, la promozione degli appalti innovativi e l’implementazione degli open data

31 Mar 2020

Federica Meta

Giornalista

Prosegue il supporto strategico di Agid per l’attuazione delle Agende digitali regionali. L’Agenzia ha firmato un accordo sottoscritto con la Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia. Diventano così nove gli accordi sottoscritti con le Regioni italiane, in sintonia con le linee di azione del Piano Triennale per l’informatica nella PA, con il contesto socio economico e le priorità territoriali. 

L’accordo mira a favorire i processi di trasformazione digitale dell’amministrazione regionale. Si punta alla realizzazione dei data center Sial e la migrazione verso il Cloud e alla promozione e lo sviluppo degli appalti d’innovazione. In campo anche l’implementazione degli open data, attraverso l’utilizzo del registro dei vocabolari controllati e dei modelli dei dati.

L’intesa siglata si inserisce nell’ambito dell’accordo quadro tra l’Agenzia e la Conferenza delle Regioni firmato a febbraio 2018.

L’accordo quadro Agid-Regioni

L’accordo del febbraio 2018 ha validità triennale e riconosce la possibilità alle Regioni di svolgere un ruolo di coordinamento a livello territoriale nel favorire la trasformazione digitale dei servizi pubblici per i cittadini e imprese, concentrandosi sulle sette aree d’intervento delineate dal Piano Triennale per l’informatica nella Pubblica Amministrazione 2017-19: accesso ai servizi, ecosistemi e interoperabilità, piattaforme abilitanti, infrastrutture fisiche, sicurezza, gestione del cambiamento e monitoraggio, comunicazione.

Con questa intesa si gettano quindi le basi per una piena e più efficace attuazione sui territori del Piano Triennale e si rafforza il patto di collaborazione tra Agid, Regioni e Province Autonome.

WHITEPAPER
Le PA e il contenzioso tributario: una guida trasparente
Legal
PA

Per agevolare questo percorso, l’accordo stabilisce che Agid metterà a disposizione delle Regioni una serie di strumenti tecnici, di monitoraggio e di governance, tra cui linee guida, regole d’interoperabilità, ambienti di test e simulazione, in sinergia con la strategia digitale nazionale.

Le azioni previste dall’accordo saranno realizzate attraverso risorse finanziarie regionali e nazionali, nell’ambito delle quali Agid prevede l’utilizzo dei fondi del Pon Governance e Capacità Istituzionale 2014-20.

Le linee dell’accordo quadro firmato oggi saranno successivamente tradotte in specifici accordi o convenzioni territoriali tra Agid e le singole Regioni, per abilitare al meglio l’implementazione del Piano Triennale in maniera innovativa.

Verrà così offerto ai territori un catalogo di soluzioni per fare in modo che ogni amministrazione possa usufruire di ciò di cui ha bisogno in linea con le proprie strategie regionali (agende digitali, programmazioni dei fondi europei), insieme alle competenze necessarie per un raggiungimento più semplice degli obiettivi definiti dalla strategia nazionale.

 

@RIPRODUZIONE RISERVATA