PA DIGITALE

Concorsi pubblici, Brunetta: “Il portale inPA operativo da luglio”

In audizione alle Commissioni Affari costituzionali e Istruzione del Senato il ministro delinea la roadmap della piattaforma per il reclutamento di personale presso le amministrazioni centrali, le Regioni e gli enti locali

24 Mag 2022

Veronica Balocco

renato-brunetta

Sarà esclusivamente mediante il portale inPA che in futuro sarà possibile accedere ai concorsi per le assunzioni a tempo determinato e indeterminato nelle amministrazioni pubbliche. Lo stabilisce l’articolo 2 del decreto legge 36 dedicato alle “Ulteriori misure urgenti per l’attuazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza”. Presentato stamane in audizione alle Commissioni Affari costituzionali e Istruzione del Senato dal ministro della Pubblica amministrazione Renato Brunetta, il dl contiene quello che lo stesso Ministro ha definito “un ulteriore passo in avanti verso la trasparenza e la digitalizzazione delle procedure concorsuali”.

Operativo da luglio, obbligo di utilizzo da novembre

Nella pratica, il portale sarà operativo dal 1° luglio per le amministrazioni pubbliche centrali, mentre dal 1° novembre le stesse amministrazioni utilizzeranno obbligatoriamente il portale per tutte le procedure di assunzione a tempo determinato e indeterminato. “Con appositi protocolli adottati entro il 31 ottobre, d’intesa tra il Dipartimento della funzione pubblica della Presidenza del Consiglio dei Ministri e ciascuna amministrazione – ha puntualizzato Brunetta -, saranno definite le informazioni necessarie per l’iscrizione al portale, le modalità di accesso e di utilizzo dello stesso da parte delle amministrazioni e quelle per la pubblicazione dei bandi di concorso”.  Sempre entro il 31 ottobre sarà inoltre regolamentato l’uso del portale da parte di Regioni ed enti locali per le rispettive selezioni di personale.  

WHITEPAPER
Come si paga con PagoPA e cosa è possibile pagare? Scopri di più
PA
Pagamenti Digitali

Nell’articolo si chiarisce, inoltre, che le amministrazioni pubbliche possono avvalersi del portale del reclutamento per il conferimento di incarichi professionali “finalizzati al rafforzamento della propria capacità amministrativa”. Previste anche  misure di semplificazione per la trattazione delle istanze di accesso agli atti e di accesso civico generalizzato, relative agli avvisi di selezione pubblicati sul portale inPA.  

Cos’è inPA 

Il portale nazionale del reclutamento nasce con l’obiettivo di accelerare il percorso di modernizzazione e rinnovamento del Paese supportando l’ufficio per i concorsi e il reclutamento del Dipartimento della funzione pubblica nella realizzazione del nuovo sistema di reclutamento pubblico. Il progetto intende velocizzare, semplificare e digitalizzare i processi organizzativi delle procedure di reclutamento del personale nelle pubbliche amministrazioni per ridurne i costi economici e sociali. L’indirizzo cui risponde è www.inpa.gov.it.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5