Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

L’INTESA

E-health, Regione Lombardia affida i dati ad Aruba

La società capofila dell’Rti che vede in campo anche Gmed ed Eos Reply si è aggiudicata la gara per la conservazione dei dati digitali di 49 enti sanitari e amministrativi

13 Mag 2019

A. S.

E’ il raggruppamento temporaneo di imprese composto da Aruba, Gmed ed Eos Reply a essersi aggiudicato la gara  per la fornitura di una soluzione per la Conservazione digitale a norma studiata sulle espresse esigenze della Regione Lombardia. Obiettivo della gara è mettere a punto un sistema unico di Conservazione digitale a norma a ben 49 enti sanitari e amministrativi dislocati nella Regione Lombardia, per permettere a ciascun ente e ai propri operatori di gestire i documenti attraverso un servizio completo e personalizzato, per garantire l’autenticità, l’integrità e la reperibilità dei documenti informatici di enti sanitari, organi regionali ed enti di sistema appartenenti al sistema regionale.

La collaborazione tra Aruba, Eos Reply e Gmed ha portato a uno specifico contributo da ogni azienda e ad unirne il know-how – si legge in una nota – Le diverse competenze, complementari tra loro, hanno portato ad una soluzione che integra tutte e tre le categorie documentali – sanitarie, cliniche e amministrative – e soddisfa l’insieme dei requisiti posti dagli enti.

Grazie a Eos Reply è stato possibile gestire anche la parte di integrazione software e migrazione, con Gmed  è stata completata la soluzione, mentre Aruba – che è tra i Conservatori accreditati da AgID tramite la consociata Aruba Pec – ha messo a disposizione del progetto il proprio sistema di Conservazione Digitale a Norma, ripensando e reingegnerizzando il software per migliorarlo e renderlo conforme alle richieste avanzate da Lombardia Informatica.

La peculiarità del progetto è l’aggiunta di una soluzione avanzata di gateway che funge da repository, utile quindi a raccogliere tutti i dati che provengono dagli enti coinvolti. Il gateway è localizzato presso ciascuno dei 49 enti e consente di creare una facile integrazione con i diversi applicativi dei fornitori.

“La soluzione di Conservazione digitale a norma – prosegue il comunicato – è stata costruita su misura per gli enti sanitari e amministrativi della Regione Lombardia – spiega Stefano Sordi, Head of sales & marketing Aruba – sfruttando tutti i vantaggi, le competenze e l’expertise di Aruba e degli altri 2 partner coinvolti. Aruba ancora una volta è riuscita ad interpretare le necessità e le complessità della committenza e creare una soluzione vincente rispondente all’esigenza del cliente, riconfermandosi partner ideale per la PA e tutte le aziende private che desiderano affidarsi a noi per la trasformazione in digitale dei loro processi”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4