Digital single market, Giacomelli a confronto con l'industria Tv - CorCom

VENEZIA

Digital single market, Giacomelli a confronto con l’industria Tv

Il sottosegretario alle Comunicazioni alla 72esima mostra del Cinema per incontrare i produttori europei e illustrare il position paper italiano: dall’e-commerce al copyright, dal geoblocking all’Iva

04 Set 2015

A.S.

Spetteranno ad Antonello Giacomelli, sottosegretario al Mise con delega alle Comunicazioni, le conclusioni della tavola rotonda su Digital single Market e industria dell’audiovisivo in programma lunedì sette settembre all’Hotel Excelsior di Venezia, nell’ambito della settantaduesima mostra internazionale dell’arte cinematografica.

A organizzare l’appuntamento Anica, Epc (European producers club), direzione Cinema del Mibact e Mostra di Venezia, a pochi mesi dalla presentazione della Strategia per il Digital single market (Dsm) lanciata dalla Commissione europea il 6 maggio scorso e alla vigilia di una possibile proposta di revisione della direttiva europea sul copyright.

Alla tavola rotonda parteciperanno, tra gli altri, il produttore inglese David Puttnam, a lungo presidente di Channel 4, il regista del film premio Oscar The Artist Michel Hazanavicius, Yves Marmion di Ugc (Francia), Anna Herold del gabinetto del commissario europeo Günther Oettinger e la presidente della Commissione cultura del parlamento europeo Silvia Costa.

“Il governo italiano – si legge in una nota del Mise – ha presentato il proprio Position paper sul Digital single market nel marzo scorso. La strategia della Commissione Ue è articolata in 16 azioni da realizzare entro il 2016 che vanno dall’e-commerce al copyright, dalla revisione della direttiva sui servizi media all’impatto delle nuove piattaforme digitali, dal geoblocking all’Iva”.