SANITÀ DIGITALE

Banda ultralarga e servizi innovativi, il piano Asst Mantova

In campo le soluzioni di Extreme Networks per proteggere i dati sensibili dei pazienti, supportare applicazioni e dispositivi medici ad alta intensità di banda e automatizzare processi. Doug McDonald: “Per un’azienda sanitaria, la rete è la linfa vitale dell’organizzazione”

Pubblicato il 27 Mar 2023

heatlh, sanita

Sicurezza della rete, maggiore ampiezza di banda e prestazioni migliori per applicazioni mediche avanzate e una gestione più snella. E’ l’obiettivo dell’Azienda Socio Sanitaria Territoriale di Mantova che adotta le soluzioni di Extreme Networks per proteggere i dati sensibili dei pazienti, supportare applicazioni e dispositivi medici ad alta intensità di banda e automatizzare processi.

La rete, linfa vitale delle strutture sanitarie

Una connettività sicura, affidabile e ad alte prestazioni risulta strategica per le strutture sanitarie, poiché ogni giorno si aggiungono alla rete nuovi dispositivi e applicazioni. Che si tratti di implementare un’applicazione medica innovativa, di estendere i servizi di telemedicina o di soddisfare i nuovi requisiti operativi relativi alla fatturazione e ai servizi ai pazienti, esse hanno bisogno di una rete con grande ampiezza di banda, prestazioni avanzate, scalabile e sicura per continuare a fornire un’assistenza costante e di qualità ai pazienti.

WHITEPAPER
Extended detection and response: 5 aspetti che i CISO devono considerare
Cybersecurity
Network Security

“Per un’azienda sanitaria, la rete è davvero la linfa vitale dell’organizzazione – spiega Doug McDonald, Direttore Extreme Alliance nell’Ufficio del Cto di Extreme Networks -.  Tutto, dalle postazioni di lavoro al check-in dei degenti ai dispositivi medici che monitorano i parametri vitali dei pazienti o ai tablet utilizzati per le videochiamate, si basa sulla rete. Offrendo un’esperienza eccezionale e automatizzando le attività che richiedono più tempo, le strutture sanitarie possono migliorare l’assistenza ai pazienti, accedere a informazioni critiche, migliorare l’efficienza operativa e godere di notevoli risparmi sui costi”.

Le soluzioni adottate dall’Asst di Mantova

In particolare l’Asst di Mantova utilizza la soluzione Extreme Fabric Connect per garantire una maggiore sicurezza nei loro ambienti. Fabric Connect consente infatti alle organizzazioni di segmentare il traffico di rete in base a criteri personalizzabili, come il tipo di dispositivo o di utente. Questo contribuisce a garantire la sicurezza dei pazienti, in quanto, in caso di attacco informatico, gli operatori sanitari possono identificare più facilmente quale sezione della rete è stata colpita e isolarla per garantire che le altre porzioni non siano interessate. In questo modo è possibile prevenire gli attacchi laterali ed evitare inutili interruzioni o blocchi delle attività ospedaliere.

Le altre soluzioni adottate sono ExtremeCloud –  IQ Site Engine, ExtremeSwitching, 4900XE Virtual Services Platform e 5520 Series Universal Edge/Aggregation Platform.

“La soluzione Extreme Networks è molto affidabile – dice Paolo Garbossa, Direttore Sistemi Informativi Aziendali Asst di Mantova -. Abbiamo eseguito dei test simulando una o più interruzioni nella rete e i tempi di riconvergenza sono stati sempre sotto il secondo, e soprattutto non ci sono sono mai stati impatti sugli utenti e sui servizi erogati”.

I 3 fronti strategici impattati dalla soluzione

Nel dettaglio, i risultati impattano su tre fronti strategici: facilità di gestione, visibilità e sicurezza. La facilità di gestione poggia sulla standardizzazione della rete geografica grazie all’adozione di una tecnologia più flessibile e semplice, basata su un unico protocollo di instradamento, e sulla gestione centralizzata e ottimizzata grazie a un unico pannello di controllo per tutta la rete, con piena visibilità sul traffico periferico tra gli ospedali e le diverse sedi periferiche.

La piena visibilità riguarda applicazioni, prestazioni e utilizzo della banda e permette un controllo granulare su utenti e applicazioni, e su luogo e momento in cui queste vengono utilizzate. Inoltre consente l’individuazione e la risoluzione più rapida dei problemi all’interno della rete Wan.

La sicurezza riguarda la gestione dei nuovi dispositivi, compresi quelli Iot, il controllo sull’utilizzo dei servizi di rete e delle applicazioni, per poter prevenire un uso inappropriato degli stessi, la facilità di creazione e manutenzione di liste di accesso per il blocco del traffico e il mantenimento di un elevato standard di sicurezza, la possibilità di concentrare il traffico verso i firewall, per implementare policy di sicurezza granulari e infine la riduzione dei tempi di implementazione di un Disaster Recovery geografico rispetto alle altre tecnologie.

Fra le altre strutture sanitarie che hanno implementato le soluzioni Extreme Networks il Concord Hospital e Prima Care negli Stati Uniti, West Suffolk NHS Foundation Trust nel Regno Unito, Elisabeth TweeSteden Ziekenhuis (ETZ) nei Paesi Bassi, Charité in Germania, Chu Dijon Bourgogne in Francia.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articolo 1 di 3