E-health, arriva in Italia Doctolib: sul piatto 250 milioni di euro per il tech hub di Milano - CorCom

LA NUOVA SANITA'

E-health, arriva in Italia Doctolib: sul piatto 250 milioni di euro per il tech hub di Milano

In Francia e Germania la piattaforma che consente di individuare medici e prenotare visite già utilizzata da 60 milioni di persone e 300mila professionisti. A capo della filiale nazionale Nicola Brandolese del team fondatore di Sky Italia e tra i fautori della crescita digital del gruppo Luxottica

15 Ott 2021

Veronica Balocco

Con un investimento di 250 milioni di euro e la realizzazione di un nuovo tech center a Milano, arriva anche in Italia Doctolib, la tech company italo-francese al servizio della salute. Il servizio permetterà ad ogni cittadino un contatto semplice e rapido con il proprio medico, aiutando tutto il personale sanitario a gestire meglio il lavoro di ogni giorno: i pazienti, in particolare, potranno trovare lo specialista più indicato e ridurre drasticamente i tempi di attesa per un appuntamento.

Tempi ridotti e maggior efficienza

In Francia e Germania Doctolib ha ridotto le attese da 2 a 4 volte e punta a ottenere i medesimi risultati anche in Italia, con l’obiettivo di garantire un accesso rapido e facile all’assistenza sanitaria, offrendo un servizio online che consenta ad ogni paziente di prenotare istantaneamente un appuntamento e disporre di tutte le informazioni necessarie prima e dopo la visita. Sarà possibile richiedere una prescrizione online al proprio medico di famiglia e condividere i referti in totale sicurezza. Tutto ciò in modo semplice, 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

WHITEPAPER
Telemedicina: come attivare una valida rete ospedale-medici-territorio
Sanità

Un aiuto per i medici di medicina generale

Ma il servizio andrà anche a beneficio dei medici di medicina generale, i quali oggi dedicano il 50% del loro tempo ad attività di natura amministrativa o a comunicare con i loro pazienti con i mezzi più diversi. Doctolib ha sviluppato servizi di nuova generazione per ottimizzare l’organizzazione dell’attività, consentendo a tutti i medici di essere più efficienti e recuperare tempo da dedicare alla cura delle persone.

“Negli ultimi anni, Doctolib ha supportato almeno 300 mila professionisti della sanità e ha migliorato l’accesso all’assistenza sanitaria per oltre 60 milioni di persone – ha osservato Stanislas Niox-Chateau, co-fondatore e ceo di Doctolib -. Ora ci sarà l’opportunità di fare lo stesso in Italia, al fianco dei professionisti sanitari e in stretta collaborazione con il settore pubblico”.

Brandolese alla guida di Doctolib Italia

Nuovo ceo di Doctolib Italia sarà Nicola Brandolese, con 25 anni di esperienza nel settore digitale, già membro del team fondatore di Sky Italia e tra i fautori della crescita digital del gruppo Luxottica.Doctolib è un player incredibile – ha osservato Brandolese – che ha avuto un grande impatto nel contesto sanitario francese e tedesco. Sono entusiasta di guidare questa nuova esperienza italiana. Stiamo già coinvolgendo i medici, il personale sanitario e i pazienti nello sviluppo dei nostri servizi: costruiremo insieme le soluzioni più vicine alle esigenze dei cittadini, senza alcun costo per i pazienti”.

Per favorire lo sviluppo ulteriore di servizi nel contesto italiano, Doctolib ha acquisito la società Dottori.it, presente in Italia dal 2013. “L’unione delle forze con Doctolib – commenta Angela Maria Avino, ceo di Dottori.it – consentirà al personale sanitario e ai pazienti che oggi usano Dottori.it di beneficiare di servizi di alta qualità. Condividiamo la stessa cultura e lo stesso progetto a lungo termine per la tutela della salute”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4