Nokia dice addio al business della salute, in vendita la divisione Digital Health - CorCom

STRATEGIE

Nokia dice addio al business della salute, in vendita la divisione Digital Health

L’attività tornerà nelle mani di Eric Carreel, co-fondatore della startup francese Withing acquisita nel 2016 per fare concorrenza ai wearable di Apple. Ora la compagnia torna al passato e rilancia su B2B e licensing

02 Mag 2018

Patrizia Licata

giornalista

Nokia ha annunciato che sono in corso le trattative per vendere la sua divisione Digital Health: sarà ceduta al co-fondatore di Withings, Eric Carreel; la firma dovrebbe arrivare a fine giugno.

Withings è la start-up francese specializzata nel settore dei wearable al servizio dell’e-health che Nokia ha comprato nel 2016 per entrare sul mercato della salute. In seguito all’acquisizione, l’anno scorso l’azienda finlandese ha messo in vendita in negozi fisici e online una serie di prodotti digitali per il controllo della salute, usando solo il suo marchio. Si tratta di device come bilance connesse a Internet, wearable per il monitoraggio della salute e misuratori della pressione sanguigna.

A febbraio scorso Nokia ha tuttavia fatto sapere che stava valutando se vendere o tenere questa attività. La revisione strategica ha portato alla decisione di eliminare il business Digital Health dal portafoglio del gruppo finlandese perché ora Nokia, si legge in una nota, è focalizzata a diventare una società solo business-to-business (B2B)  e una licensing company; la vendita di Digital Health, chiarisce la nota, non impatterà le attività legate alle licenze.

WHITEPAPER
Come migliorare la gestione dei documenti grazie a un ufficio digitalizzato?
Dematerializzazione

Nokia ha pagato 170 milioni di dollari nel 2016 per comprare Withings; il business dell’e-health ha comportato una svalutazione nei conti di 141 milioni di euro (164 milioni di dollari) a ottobre 2017. Nel primo trimestre Digital Health ha generato ricavi per 16 milioni di euro, su vendite totali di Nokia di 4,9 miliardi.

Withings è stata fondata nel 2008 dal presidente Eric Carreel e dal Ceo Cedric Hutchings, Tra i prodotti di punta dell’azienda che hanno convinto Nokia al takeover nel 2016 c’è lo smartwatch che mette insieme le caratteristiche dell’Apple Watch e del fitbit e trasmette i dati sulla salute allo smartphone attraverso un’app. Per ora la società francese non ha fatto sapere come intende riportare sul mercato il suo marchio.

@RIPRODUZIONE RISERVATA