LE LINEE GUIDA

Guida allo sviluppo del software libero: online il manuale per la PA

Su Docs Italia il documento di Developers Italia per responsabili politici, amministratori e tecnici. Si punta a spingere la progettazione e realizzazione di servizi pubblici di alta qualità e ad abbattere i costi

07 Apr 2022

Veronica Balocco

software-170914151926

La versione completa della Guida allo sviluppo e gestione di software libero, raccolta di buone pratiche utili a supportare le amministrazioni pubbliche nello sviluppo e gestione del software e delle politiche a esso connesse, è online su Docs Italia. (QUI IL DOCUMENTO). Ad annunciarlo è Developers Italia, che ha realizzato il documento in collaborazione con la community, spiegando che “chiunque sviluppi o gestisca software per scopi pubblici può usare questo documento per realizzare servizi pubblici di alta qualità a un costo minore”.

La guida è suddivisa in tre capitoli, dedicati alle specifiche categorie professionali che lavorano con il software della PA: i responsabili e le responsabili politiche, le amministratrici e gli amministratori pubblici, gli sviluppatori e le sviluppatrici. Ciascun capitolo contiene indicazioni e consigli pratici su come gestire e sviluppare correttamente il software in modo aperto, come adottarlo seguendo le buone pratiche e quali sono gli accorgimenti più importanti per il mondo pubblico.

Perché una guida?

Il Codice dell’amministrazione digitale (Cad) impone alle pubbliche amministrazioni di adottare software libero ogni qual volta sia possibile. L’eventuale non adozione deve essere adeguatamente motivata da un atto formale depositato e protocollato all’interno della «valutazione comparativa». Lo scopo della guida è quindi aiutare le pubbliche amministrazioni italiane a rispettare questo requisito offrendo soluzioni pratiche apprese sul campo.

WHITEPAPER
Analytics e Big Data per la gestione di una piattaforma sull'HSE Management 4.0
Big Data
Software

I soggetti coinvolti nella definizione delle politiche e delle regole applicate nello sviluppo di servizi e soluzioni software per la PA hanno la necessità di essere al corrente dei vantaggi e caratteristiche del software libero. Il capitolo dedicato illustra come gestire correttamente il software libero, quali sono i suoi requisiti di trasparenza, responsabilità e verificabilità e come metterli in pratica. 

Il lavoro di chi sviluppa software per la pubblica amministrazione ha un impatto diretto sulla qualità dei servizi offerti alla cittadinanza. La sezione della guida dedicata a queste figure professionali mostra come preparare il codice a contributi esterni, come aiutare a diminuire il debito tecnico e come imparare a mantenere il codice sotto controllo di versione grazie a degli strumenti di test automatizzati, la nota Continuous Integration.

La guida è disponibile e consultabile liberamente su Docs Italia.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4