La Carta di identità elettronica porta di "accesso" ai servizi pubblici - CorCom

ECCO COSA SI PUO' FARE

La Carta di identità elettronica porta di “accesso” ai servizi pubblici

Inps, anagrafe e sanità: abilitate le funzionalità per i cittadini dotati del documento di nuova generazione. Una spinta alla semplificazione voluta da ministero dell’Interno e Poligrafico e Zecca dello Stato

06 Apr 2020

L. O.

Inps, anagrafe, Sanità. Sono solo alcuni dei servizi accessibili da oggi con la Carta d’Identità Elettronica 3.0 che facilità in questo modo la fruizione di servizi digitali della PA, tra cui quelli previdenziali, sanitari ed anagrafici di Regioni e Comuni (che già permettono l’accesso con la Cie).

Una spinta alla semplificazione voluta da ministero dell’Interno e Poligrafico e Zecca dello Stato che, si legge in una nota, “in questo momento di emergenza nazionale legata al Covid-19 e alla necessità per tutti di rimanere a casa per evitare la diffusione del contagio, si identificano come grandi facilitatori del rapporto del cittadino con la pubblica amministrazione, semplificandone le pratiche di quotidiano interesse attraverso il meccanismo dell’identità digitale.

Ecco come funziona

WHITEPAPER
Le PA e il contenzioso tributario: una guida trasparente
Legal
PA

Con l’obiettivo di agevolare l’accesso da casa a numerosi servizi pubblici, è stata rilasciata oggi dal ministero dell’Interno e dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato la nuova modalità di identificazione ai servizi online attraverso la Cie. L’utente potrà identificarsi tramite “Entra con CIE”, senza dovere più utilizzare un dispositivo di lettura contactless collegato al computer, ma comodamente attraverso il proprio smartphone con l’applicazione “CIE ID”. Il servizio è già disponibile per il sistema operativo Android e a breve sarà esteso anche ai sistemi iOS.

La Carta d’Identità Elettronica realizzata dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato rappresenta a oggi “un’eccellenza in Europa – fa sapere ancora la nota – unendo interconnessione e sicurezza dei dati personali attraverso l’uso di tecnologie all’avanguardia”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA