PA DIGITALE

Open data, come valorizzarli? La guida operativa di Agid

A partire dal 9 giugno 2024 i dati dovranno essere resi disponibili gratuitamente, attraverso Api e download. ll documento di orientamento fornisce indicazioni e supporto alle amministrazioni

Pubblicato il 02 Gen 2024

Data,Protection,And,Cyber,Security,On,Internet,Server,Network,With

È online la Guida operativa di Agid sui dati di elevato valore (SCARICA QUI IL DOCUMENTO ORIGINALE).  Il documento di orientamento fornisce alle PA indicazioni e supporto per l’apertura dei dati che, a partire dal 9 giugno 2024, dovranno essere resi disponibili gratuitamente, attraverso Api e download in blocco.

La Guida fornisce chiarimenti, indicazioni e supporto alle pubbliche amministrazioni per il processo di apertura dei dati, oltre ad una prima panoramica sullo stato dell’arte nella pubblicazione e loro riutilizzo. Il documento di orientamento per l’implementazione del Regolamento di esecuzione (UE) 2023/138 e delle Linee Guida Open Data, adottato con la Determinazione n. 329/2023, è frutto di un gruppo di lavoro costituito ad hoc dall’Agenzia e composto, su base volontaria, da varie Amministrazioni titolari interessate.

I dati di elevato valore: le 6 categorie

I dati di elevato valore, introdotti dalla Direttiva (UE) 2019/1024 (cosiddetta Direttiva Open Data), sono definiti dalla stessa Direttiva come quei dati al cui riutilizzo possono essere associati importanti benefici per la società, l’ambiente e l’economia. A tale scopo, la Direttiva ha individuato sei categorie (Dati geospaziali, Dati relativi all’osservazione della terra e all’ambiente, Dati meteorologici, Dati statistici, Dati relativi alle imprese e alla proprietà delle imprese, Dati relativi alla mobilità) in corrispondenza delle quali il Regolamento (UE) 2023/138 ha poi identificato puntualmente le relative serie di dati da considerare come preziose per il riutilizzo.

WHITEPAPER
Analisi del Decreto PNRR 2: tutte le novità in materia di pubblico impiego
Pubblica Amministrazione
E-Gov

Gli obiettivi della guida

La Guida operativa ha l’obiettivo di fornire alle Amministrazioni, titolari di quei dati, indicazioni operative e più dettagliate per una più efficace implementazione del Regolamento e, quindi, supportarle nel processo di apertura di quella particolare tipologia di dati, in coerenza con le modalità di pubblicazione e riutilizzo indicate nelle norme di riferimento. Tali modalità prevedono, in sintesi, che i dati di elevato valore debbano essere resi disponibili, a partire dal 9 giugno 2024, come dati aperti (quindi riutilizzabili da chiunque anche per fini commerciali), gratuitamente e attraverso Api e download in blocco.

Il documento, oltre a proporre specifiche azioni da adottare per l’attuazione delle disposizioni del Regolamento, fornisce anche una prima panoramica sullo stato dell’arte nella pubblicazione e riutilizzo dei dati al fine di proporre opportuni accorgimenti e approfondimenti tecnici e/o giuridici necessari in alcuni casi, per migliorare in maniera continuativa il processo e aumentare sempre più la disponibilità di quei dati.

Armonizzazione a livello europeo

L’adozione della guida operativa era prevista dalle Linee Guida Open Data e inserita come specifica azione nell’aggiornamento 2022-2024 del Piano Triennale per l’Informatica nella Pubblica Amministrazione (SCARICA QUI IL TESTO). La sua pubblicazione si inserisce anche nell’ambito delle attività in corso a livello europeo per fare in modo che tutti gli Stati Membri siano allineati nel processo di identificazione e armonizzazione dei dati di elevato valore.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articolo 1 di 4