Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

La riunione

Parlamento, nasce l’intergruppo per lo Spazio

Più di 50 tra deputati e senatori lavoreranno insieme per ridare slancio a un settore in cui l’Italia è tra i primi 5 player mondiali. Taglio del nastro da parte di Asi e associazioni industriali

16 Ott 2014

A.S.

Più di cinquanta tra Senatori e Deputati si sono riuniti per la prima volta ieri sera al Senato dando vita all’Intergruppo Parlamentare per lo Spazio: un gruppo trasversale alle Camere e alle appartenenze politiche, che ha deciso di indirizzare la propria attenzione al settore delle attività spaziali, “consapevoli – si legge in una nota – di quanto questo assuma sempre più una connotazione multisettoriale, che lambisce gli ambiti tecnologici, strategici, culturali, economici e, con essi, la vita quotidiana dei cittadini”.

“Proprio mentre si avvicina il cinquantennale del lancio del primo satellite italiano (dicembre 1964), il nuovo Intergruppo Parlamentare per lo Spazio si è costituito seguendo un modello interparlamentare, traversale alle singole Commissioni e con l’ambizione di contribuire alla costruzione di un vero approccio da ‘Sistema Paese’ che coinvolga il Governo, il Parlamento, le Istituzioni di settore, le Amministrazioni locali, le componenti Industriali e della Ricerca”, prosegue il comunicato.

Tra gli obiettivi principali quello di dare visibilità al settore Spazio “quale fondamentale vettore tecnologico e di sviluppo del Paese”, sostenere le attività del settore spaziale, “che rappresenta un’eccellenza italiana e vede l’Italia tra i primi 5 players globali”, stabilire un dialogo duraturo e proficuo con gli attori istituzionali e industriali coinvolti, e “cooperare, anche tramite le attività di controllo e indirizzo, con il Governo e i Ministri interessati per le definizione degli indirizzi strategici del settore Spazio”.

Per la sua operatività, l’Intergruppo si avvarrà di un Coordinamento composto da quattro Deputati e quattro Senatori, con il contributo dell’ex ministro della Difesa Mario Mauro e dell’ex ministro dell’Istruzione, Università e Ricerca Maria Chiara Carrozza.

All’incontro di ieri hanno partecipato una ventina di parlamentari ed una nutrita e altamente qualificata delegazione composta dai vertici delle principali aziende e dalle rappresentanze dell’Agenzia Spaziale Italiana (Asi), delle Associazioni industriali (Aiad, Aipas, e Asas), della Piattaforma tecnologica Spin-it e del Cluster Tecnologico per l’Aerospazio.

“L’incontro – conclude il comunicato – ha consentito l’avvio di un confronto concreto sulle risorse che il nostro Paese dovrà saper mantenere e focalizzare nei Programmi Spaziali e per individuare le priorità nazionali anche in vista della partecipazione italiana all’European Inter-parliamentary Space Conference (Eisc), che si terrà a Parigi il 20 e 21 ottobre, e della cosiddetta ‘Ministeriale Esa (Agenzia Spaziale Europea)’ che si terrà a dicembre.

Articolo 1 di 5