IL PIANO

Roma, riapre dopo due anni l’Ufficio condoni. E parte la digital transformation

Svolta nella pianificazione del lavoro per smaltire le 50mila pratiche arretrate. Via a dematerializzazione dei fascicoli, informatizzazione dei procedimenti e sistema TuPassi per accogliere 50 utenti al giorno. Attivate guide interattive per i professionisti e video per un accesso trasparente alle attività dell’ente. Sul piatto 2 milioni di euro

06 Apr 2022

L. O.

Campidoglio-Roma

Riapre al pubblico l’Ufficio per il condono edilizio di Roma Capitale. Dopo due anni di chiusura, sono ripresi gli appuntamenti con l’utenza: circa 50 al giorno, prenotabili sul sito di Roma Capitale attraverso il sistema TuPassi. Via a dematerializzazione dei fascicoli e informatizzazione dei procedimenti. Attivate guide interattive per i professionisti e video a disposizione dell’utenza per un accesso trasparente alle attività dell’ente.

Nuova pianificazione del lavoro

“Dal momento del suo insediamento la nuova Giunta ha dato immediato mandato agli uffici di provvedere alla riapertura dell’Ufficio condono attraverso lo svolgimento di lavori strutturali, svolti dal Simu tra gennaio e febbraio, e una riorganizzazione degli uffici che permettesse il rientro del personale nelle sedi e la possibilita’ di riaccogliere l’utenza – ha spiegato l’assessore all’Urbanistica di Roma Capitale, Maurizio Veloccia – Contemporaneamente è stata effettuata una nuova pianificazione del lavoro per affrontare l’enorme mole di pratiche arretrate attraverso la predisposizione di una procedura di semplificazione destinata ai professionisti esterni, l’informatizzazione di tutti i procedimenti, la digitalizzazione delle 50mila pratiche di condono pregresse e di tutte le successive“.

WHITEPAPER
Distance Selling: come trasformare il New Normal in una straordinaria opportunità di crescita

Isole digitali per i fascicoli arretrati

Grazie a uno stanziamento di oltre 2 milioni di euro, negli uffici di via di Decima, oltre a lavorare le pratiche di condono e al ricevimento dell’utenza, sono operative due isole digitali che provvedono a digitalizzare i fascicoli esistenti. In dirittura d’arrivo un accordo con l’Ordine degli Architetti di Roma e Provincia, che sarà esteso anche alle altre categorie professionali di competenza, che prevede il loro supporto nella lavorazione delle pratiche.

“Con le nuove strategie messe in campo dall’amministrazione capitolina – ha concluso Veloccia – contiamo di procedere al progressivo smaltimento degli arretrati e alla chiusura delle pratiche aperte, con un conseguente recupero di risorse anche per l’amministrazione. Ma soprattutto contiamo di far tornare Roma una citta’ ‘normale’, dove i cittadini possano consultare anche da remoto le loro pratiche e vederle concluse nei tempi previsti dalla legge”.

La strategia digitale del sindaco Gualtieri

L’iniziativa, così come gli Open day per la carta d’identità elettronica, fa parte del progetto di digitalizzazione degli sportelli riservati al cittadino avviato dal sindaco di Roma Roberto Gualtieri all’inizio di febbraio.

Sul fronte della Cie, la procedura dematerializzata richiede per l’identificazione l’utilizzo di Spid, Cns o, per l’appunto Cie. Ed è anche per promuovere l’adesione al nuovo servizio che l’amministrazione ha attivato i punti di rilascio in aree strategiche della città.

Dopo l’apertura dei tre chioschi, al via in sette Municipi le richieste senza prenotazioni. E l’assessore Catarci annuncia già la replica dell’iniziativa per arrivare in tutte le aree della città. Si punta a mettere fine a liste di attesa fino a 4 mesi.

Carta di identità elettronica: nuovo open day

Continua la campagna di Roma Capitale per incrementare le opportunità di rilascio della Carta d’Identità elettronica e ridurre i tempi di attesa. Sabato 9 aprile sarà nuovamente possibile richiedere la carta d’identità elettronica con aperture straordinarie degli sportelli anagrafici nei Municipi II, IV, VII, VIII, XI, XII, XIII e XIV, e nei tre chioschi di Piazza Santa Maria Maggiore, Piazza Sonnino e Piazza delle Cinque Lune che saranno aperti anche la domenica mattina. In totale, nei due giorni, saranno aperte 49 postazioni rivolte al pubblico. Per favorire un accesso regolamentato ed evitare disagi ai cittadini l’Amministrazione capitolina ha previsto un sistema online di prenotazione nella giornata di venerdì 8 aprile: dalle ore 9 fino all’esaurimento delle disponibilita’ si potra’ quindi prenotare la richiesta di carta di identità direttamente sul sistema di prenotazione Agenda Cie.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 3