LA PARTNERSHIP

Alleanza Almawave-Phonexia: la voce sostituisce l’autenticazione via password

Le tecnologie di biometria vocale saranno utilizzate per l’accesso alle piattaforme Audioma e Iride. L’Ad Valeria Sandei: “Soluzione win-win che oltre alla semplicità garantisce innanzitutto sicurezza”

27 Mag 2021

A. S.

almawave

Sostituire le password con l’autenticazione biometrica attraverso la voce, unendo funzionalità e sicurezza e consentendo di scongiurare frodi o accessi indesiderati da parte di hacker, e in generale di tutelare i dati più sensibili. E’ questo l’obiettivo della partnership strategica siglata tramite le controllata PerVoice da Almawave, società italiana quotata all’Aim e specializzata nell’intelligenza artificiale, nell’analisi del linguaggio naturale e nei servizi big data e Phonexia, azienda nata nel 2006 in Repubblica Ceca, specializzata in software e tecnologie biometriche vocali.

Le nuove tecnologie studiate dalla società ceca, che opera in piena sinergia con l’Università di Tecnologia di Brno – si legge in una nota di Almawave – consentiranno di effettuare l’autenticazione al telefono, a un’app o ad un servizio web, esprimendosi semplicemente con il linguaggio naturale, sostituendo di fatto l’utilizzo di password scritte. Si tratta di soluzioni pensate in particolare per il settore bancario e finanziario ma che potranno trovare applicazione in qualsiasi servizio rivolto al pubblico, ad esempio in ambito Healthcare.

“Ogni giorno ciascuno di noi ha a che fare con un sempre maggior numero di account e password – spiega Valeria Sandei, amministratore delegato di Almawave – le tecnologie biometriche, campo di applicazione in cui Phonexia è tra le realtà più specializzate al mondo, offrono una soluzione win-win che oltre a semplicità garantisce innanzitutto sicurezza. In Phonexia abbiamo trovato un partner ideale, che come noi propone soluzioni concrete ad aziende e pubbliche amministrazioni, e persegue l’innovazione tramite la ricerca e la stretta collaborazione con il mondo dell’università”.

“Siamo davvero lieti di collaborare con il Gruppo Almawave, tramite la controllata PerVoice – afferma Michal Hrabi, Ceo di Phonexia – fornendo loro Phonexia Voice Verify, soluzione di biometria vocale all’avanguardia, che consente la verifica dell’identità dei clienti ascoltandone la voce, offrendo in tal modo un’esperienza cliente estremamente rapida e sicura, eliminando l’uso delle password”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Personaggi

V
valeria sandei

Aziende

A
almawave

Approfondimenti

B
biometria
D
data protection

Articolo 1 di 4