LE NOMINE

Colao torna in Verizon e Firpo va in Assonime

L’ex ministro dell’Innovazione dal 4 novembre nel cda della compagnia americana di cui era già stato membro dal 2019 al 2021. Per l’ex capo di gabinetto la direzione generale dell’associazione delle Spa italiane

08 Nov 2022

Patrizia Licata

giornalista

digitale

Vittorio Colao torna nel cda di Verizon. L’ex Ministro italiano per l’Innovazione, la transizione digitale e lo spazio aveva già fatto parte del cda di Verizon dal 2019 al febbraio 2021, prima della sua nomina nel governo Draghi. Il nuovo incarico, come si legge nella nota pubblicata online da Verizon Communications, decorre dal 4 novembre. Colao farà anche parte del comitato Corporate governance e policy e del comitato Finanza della telco americana.

Nel ruolo di ministro, ricoperto dal febbraio del 2021 all’ottobre del 2022, Colao ha guidato gli sforzi dell’Italia per lo sviluppo della banda larga e della connettività 5G in tutto il Paese, si legge ancora nella nota di Verizon. Che prosegue: “Colao ha una visione unica nelle attività wireless di Verizon come risultato del suo incarico di cinque anni nel board di Verizon Wireless, quando Verizon Wireless era una joint venture tra Verizon e Vodafone”.

Colao è stato anche ceo di Vodafone Group dal 2008 al 2018.

Colao nel cda di Verizon: missione 5G

“Siamo entusiasti di avere Vittorio nel nostro cda mentre diamo esecuzione alla nostra strategia 5G”, ha commentato Hans Vestberg, presidente e ceo di Verizon. “È un leader eccezionale che porta a Verizon una grande esperienza nel settore delle telecomunicazioni. Ha costruito e trasformato Vodafone, attraverso la crescita organica, le acquisizioni e le vendite, in una delle più grandi aziende di comunicazione al mondo, con attività di telefonia mobile in 24 Paesi e partnership in altri 40 Paesi. Grazie alla sua profonda conoscenza del settore wireless, al suo successo come amministratore delegato e alla sua esperienza governativa, rafforzerà le competenze del cda e costituirà un’enorme risorsa per Verizon”.

WHITEPAPER
IoT Platform: trasforma le promesse del 4.0 in realtà
IoT
Integrazione applicativa

L’ingresso di Colao porta il totale dei consiglieri del board di Verizon a 12, di cui 11 indipendenti, sottolinea l’azienda statunitense.

Firpo è a capo di Assonime

Ancora sul fronte nomine, in Italia Stefano Firpo è il nuovo direttore generale di Assonime, Associazione fra le società italiane per azioni. Firpo è stato nominato dal consiglio direttivo con carica effettiva dal 7 novembre. Succede a Stefano Micossi che ha guidato l’Associazione per 23 anni.

Il percorso professionale di Firpo si è svolto intrecciando ruoli manageriali nel settore privato con incarichi di responsabilità nelle amministrazioni pubbliche. Fino a poche settimane fa è stato Capo di Gabinetto del Ministro per l’innovazione tecnologica e la transizione digitale, Vittorio Colao. In questo ruolo ha disegnato e seguito l’attuazione di tutti progetti di digitalizzazione della Pa inseriti nel Pnrr. Ha inoltre seguito la predisposizione della strategia nazionale sull’intelligenza artificiale e curato le politiche di intervento in ambito spaziale ed aerospaziale.

Ha ricoperto, precedentemente, la carica di direttore generale di Mediocredito Italiano, con competenze specialistiche a supporto del credito alla Pmi. È stato inoltre direttore generale per la politica industriale, la competitività e la piccola e media impresa presso il Ministero dello sviluppo economico ricoprendo questi ruoli dal governo Monti fino al governo Conte. In questa posizione ha disegnato e attuato la legislazione nazionale sulle startup e pmi innovative e il Piano nazionale industria 4.0.

Quale estensore del Rapporto destinazione italia e membro del gruppo finanza per la Crescita ha lavorato all’attrazione degli investimenti esteri in Italia, alla liberalizzazione delle emissioni di corporate bond e alle misure per stimolare gli investimenti di private equity.

“Assumo con autentica soddisfazione professionale e forte motivazione personale questo incarico – ha dichiarato Firpo – e sono convinto che, grazie alle sue tante competenze ed eccellenze, Assonime debba continuare a costituire un autorevole punto di contatto e interlocuzione fra le istituzioni e il mondo delle imprese per consolidare un quadro regolatorio e di policy favorevole all’imprenditorialità responsabile e agli investimenti produttivi”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Personaggi

S
stefano firpo
V
vittorio colao

Aziende

V
verizon

Approfondimenti

5
5g
Banda Larga
P
Pnrr

Articolo 1 di 3