5G traino della ripresa post-Covid: in Europa 20 milioni di nuovi posti di lavoro - CorCom

MOBILE ECONOMY

5G traino della ripresa post-Covid: in Europa 20 milioni di nuovi posti di lavoro

Le stime in uno studio Accenture per Qualcomm. Un trilione di euro il contributo al Pil, tutti i settori dell’economia saranno impattati entro il 2025. Trasporti, Ict, manifattura e sanità in pole position. Ma sul cammino non mancano gli ostacoli

05 Mar 2021

Patrizia Licata

giornalista

Il 5G ha il potenziale per influenzare la connettività e le economie in modi mai visti prima. Infatti, le tecnologie 5G giocheranno un ruolo vitale nella ripresa mondiale post-Covid-19, innescando la crescita in tutti i settori, negli Stati Uniti e in Europa, in un momento in cui la necessità di tornare a far marciare le economie globali è quanto mai urgente.

È quanto affermano i nuovi studi economici di Accenture, commissionati da Qualcomm. Gli analisti stimano che in tutta Europa (Ue + Uk) il 5G creerà o trasformerà fino a 20 milioni di posti di lavoro europei e contribuirà fino a 1,0 trilione di euro al Pil dell’intera regione.

Negli Stati Uniti il 5G genererà fino a 1,5 trilioni di dollari in Pil aggiuntivo tra il 2021 e il 2025 e creerà o trasformerà fino a 16 milioni di posti di lavoro, tempo pieno, part-time e temporanei. La crescita del Pil e gli impatti sul mercato del lavoro si sentiranno ovunque, in ogni Stato degli Usa e in ogni settore industriale.

Vantaggi per ogni settore produttivo

È diventato chiaro nell’emergenza creata dalla pandemia che la connettività è essenziale per ogni attività. La domanda di connettività viene sia dai consumatori che dalle industrie, alle quali la rete 5G fornisce maggiore disponibilità, affidabilità e sicurezza rispetto alle reti precedenti.

Webinar, 28 aprile
Industria 4.0: come proteggere gli asset più importanti?
IoT
Manifatturiero/Produzione

I settori che sperimenteranno una crescita massiccia in entrambe le regioni includono l’assistenza sanitaria, l’auto e i trasporti, la tecnologia di comunicazione delle informazioni e la produzione con Industria 4.0. Accenture delinea vari casi di studio di trasformazione industriale che accelereranno la crescita dei ricavi, la resilienza e la sostenibilità nelle principali industrie negli Stati Uniti e in Europa.

In Europa, per esempio, le fabbriche che utilizzano la connettività 5G ottengono una produttività aumentata del 20-30%. In agricoltura, 5G e digitalizzazione possono far crescere la produttività fino al 25%, ridurre i costi del 20% e migliorare il rendimento dei terreni del 15%. Nell’ambito utility le smart grid possono tagliare i consumi di energia del 12%, facendo risparmiare miliardi di euro in bolletta alle famiglie europee. Nella mobilità, le auto connesse permetteranno di ridurre del 70% la gravità degli incidenti.

Le sfide: proprietà intellettuale, semiconduttori, spettro e fisco

Nonostante questo potenziale di crescita accelerata e di ripresa, ci sono sfide che dovranno essere affrontate. L’economia 5G introdurrà un nuovo livello di complessità nel processo decisionale e normativo, mentre emergono nuovi modelli di business e le industrie continuano ad evolversi nella loro trasformazione digitale.

Per realizzare rapidamente i benefici del 5G, lo studio Accenture-Qualcomm identifica diverse aree che i politici dovrebbero considerare:

  • Garantire protezioni legali per la proprietà intellettuale e stabilire altre politiche che proteggano le nuove tecnologie, incoraggiare l’innovazione e la R&S e accelerare i nuovi sviluppi.
  • Sviluppare politiche per sostenere l’innovazione e la progettazione di semiconduttori, dispositivi wireless e apparecchiature di rete affidabili.
  • Promuovere una solida catena di approvvigionamento globale per alimentare la produzione critica, l’assistenza sanitaria, il settore automobilistico e altri casi d’uso 5G attraverso fonti affidabili e produttori affidabili.
  • Accelerare lo sviluppo della rete, anche incentivando gli investimenti a banda larga nelle aree poco servite e sostenendo lo sviluppo di OpenRan, che permetterà l’interoperabilità e la standardizzazione delle funzioni Ran per semplificare l’integrazione in tutto l’ecosistema Ran e ridurre i costi.
  • Stabilire strategie nazionali per l’innovazione 5G e il sostegno all’industria e all’ecosistema.
  • Stabilire sussidi e incentivi fiscali per incoraggiare progetti pilota o anche testbed in scala reale che dimostrino i benefici e le possibilità della tecnologia 5G.
  • Dare priorità al rilascio e all’allocazione dello spettro critico in banda media e incentivare lo sviluppo e la diffusione delle reti mmWave.
  • Semplificare i processi e le politiche specifiche del settore, come l’approvazione per i dispositivi medici e i casi d’uso sanitari.
@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

A
Accenture
Q
qualcomm

Approfondimenti

5
5g
C
covid-19
I
industria 4.0

Articolo 1 di 5