MOBILE

5G da record: Nokia, Elisa e Qualcomm spingono l’uplink a 2,1 Gbps

Il risultato raggiunto nello stadio di Tampere in Finlandia, uno dei primi dotati di mmWave. Strada aperta a nuove applicazioni che sfruttano l’edge computing. In prima fila trasmissione di media e streaming ad alta definizione

21 Giu 2022

L. O.

torri, 5g, mobile

Streaming video in tempo reale multi-utente in ultra-alta definizione 8K e contenuti di realtà aumentata per smartphone o dispositivi indossabili per esperienze immersive. Sono i risultati resi possibili dal record di velocità di uplink 5G di 2,1 Gbps raggiunto in una dimostrazione dal vivo presso la Nokia Arena di Tampere, in Finlandia grazie alla collaborazione tra Nokia, l’operatore finlandese Elisa e Qualcomm.

Com’è stato raggiunto il record

Durante la sperimentazione, Nokia ha fornito la sua stazione base AirScale nello spettro mmWave a 26 GHz sulla rete commerciale 5G di Elisa. La rete è stata collegata a un dispositivo 5G alimentato da un sistema Modem-RF Snapdragon X65 5G con moduli antenna Qualcomm QTM545 mmWave di quarta generazione.

WHITEPAPER
Report Gartner: guida all’innovazione dell’analisi con la composizione in cloud
Cloud
Cloud storage

Inoltre, Nokia ha utilizzato la sua tecnologia Carrier Aggregation per sfruttare al meglio le risorse di spettro disponibili. La configurazione di Carrier Aggregation comprendeva quattro portanti componenti da 100 MHz ciascuna.

Edge computing al centro

La Nokia Arena è uno dei primi stadi dotati di 5G mmWave. Le capacità di uplink sono importanti per le nuove applicazioni che sfruttano l’edge computing, come la trasmissione di media o lo streaming ad alta definizione dalla struttura.

Una volta implementato, il servizio creerà nuove opportunità per i servizi di dati all’interno dell’impianto, come lo streaming video in tempo reale multi-utente in ultra-alta definizione 8K e i contenuti di realtà aumentata per smartphone o dispositivi indossabili per esperienze immersive. I visitatori dell’Arena potranno inoltre assistere a spettacoli dal vivo da postazioni con telecamere a 360º tramite cuffie VR.

I vantaggi per le emittenti

Le emittenti beneficeranno di un’acquisizione video migliorata per supportare la trasmissione di notizie e contenuti in diretta di altissima qualità su dispositivi mobili e televisori. Allo stesso tempo, la tecnologia 5G consentirà di ottimizzare l’operatività delle sedi e le funzioni critiche come la sicurezza.

“Il 5G mmWave si distingue come soluzione ottimale per luoghi come gli stadi, dove sono necessarie grandi capacità e altissime velocità di dati su una breve distanza per migliaia di utenti mobili contemporaneamente – spiega Ari Kynäslahti, Head of Technology and Strategy di Nokia Mobile Networks -. La Carrier Aggregation è la chiave per sfruttare appieno le risorse dello spettro in diverse bande di frequenza. Questo progetto di successo è un’altra importante pietra miliare nella nostra lunga e consolidata relazione con Elisa e Qualcomm Technologies. Ci auguriamo di vedere presto i visitatori godere di esperienze 5G innovative alla Nokia Arena”.

5G mmWave verso il “salto” commerciale

“Elisa è leader nello sviluppo dei servizi 5G in Finlandia e questo è un altro importante passo avanti nei nostri sforzi per portare le velocità più elevate e le migliori esperienze 5G ai nostri clienti – dice Sami Komulainen, Executive Vp, Production di Elisa -. Abbiamo già annunciato il raggiungimento di velocità di downlink di 8 Gbps con Nokia e Qualcomm Technologies e ora abbiamo spinto le possibilità della tecnologia 5G ancora più in là con questa nuova sperimentazione che raggiunge velocità di uplink di oltre 2 Gbps. Questo permetterà di offrire servizi incredibili e migliorati ai visitatori della Nokia Arena”.

“Siamo incredibilmente orgogliosi di questo risultato che rappresenta una pietra miliare significativa per il 5G mmWave – dice Enrico Salvatori, Senior Vp Qualcomm Europe e presidente Qualcomm Europe/Mea – I throughput raggiunti oggi dimostrano il vero potenziale delle implementazioni mmWave e siamo entusiasti di continuare a collaborare con i leader del settore per rendere il 5G mmWave una realtà commerciale”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5