IL PRIMATO

5G, record mondiale di velocità per Nokia negli Usa: 4,7 Gb al secondo

Il test realizzato sulla rete Over-the-air del centro di ricerca e sviluppo di Dallas, in Texas. Per i consumatori performance senza precedenti e per gli operatori servizi più “potenti” di network slicing per applicazioni mission-critical

21 Mag 2020

Antonio Dini

Nokia ha stabilito un nuovo record mondiale di velocità per il 5G negli Usa. L’azienda finlandese ha infatti raggiunto i 4,7 Gigabit al secondo con il software e l’hardware 5G commerciale utilizzando la sua rete Over-the-air del centro di ricerca e sviluppo di Dallas, in Texas appaiando una carrier aggregation con 8 elementi da 100 MHz ciascuno. Gli 800 MHz complessivi utilizzati sono quelli nello spettro commerciale ad onde millimetriche. In più, Nokia ha utilizzato anche 40 MHz dello spettro Lte usando la funzionalità Dual Connectivity (En-Dc). Nokia ha testato la velocità sulle apparecchiature delle sue stazioni base AirScale Radio utilizzate dai carrier dei principali network commerciali degli Usa.

“La soluzione – spiega l’azienda in una nota – non solo fornirà agli abbonati velocità di banda larga mobile senza precedenti, ma consentirà anche ai carrier di vendere vari servizi enterprise sensibili alla latenza, come il network slicing per applicazioni mission-critical”.

Secondo Stéphane Téeral, capo analista di LightCounting Market Research, “la carrier aggregation su otto componenti nello spettro commerciale ad onde millimetriche mostra al mondo che esistono soluzioni più potenti che non le già imponenti Mimo e Open Ran. E questo permetterà di mantenere non solo le promesse del 5G commerciale ma anche di preparare la strada per i futuri sistemi Terahertz”.

Nel dettaglio, il record di velocità è stato raggiunto combinando otto canali da 100 MHz nello spettro delle onde millimetriche tra i 28 GHz e i 39 GHz, fornendo un totale di 800 MHz di banda passante. Inoltre sono stati utilizzati 40 MHz di spettro Lte per ricevere e trasmettere i dati attraverso entrambe le tecnologie di interfaccia radio. “Questo significa – spiega Nokia – che gli apparecchi possono raggiungere un flusso di dati più elevato che non semplicemente connettendo il 5G o l’Lte da soli”. Il record di velocità è stato toccato sia su configurazioni 5G basate su cloud (vRan) che quelle tradizionali.

WEBINAR
Il 5G asse dei territori: così l’Italia colmerà il digital divide
Telco

“Questo è un passaggio importante e significativo – sottolinea Tommi Uitto, presidente dei Mobile Networks di Nokia – nello sviluppo dei servizi 5G negli Usa, in particolare in un momento in cui la connettività e la capacità delle reti sono così cruciali. Dimostra la fiducia che gli operatori hanno nel nostro portafoglio prodotti globali capace di coprire tutte le necessità del settore, e nei progressi che abbiamo fatto per riuscire a fornire ai clienti finali la migliore esperienza 5G possibile. Abbiamo già fornito le basi radio con frequenza in onda millimetrica, mmWave, ai principali operatori americani e ci aspettiamo di continuare a lavorare con loro man mano che andranno avanti con la realizzazione delle loro reti”.

Nokia ha stretto accordi commerciali per il 5G con 70 fornitori di servizi di rete e telefonia, di questi ne sono stati resi pubblici sinora 43, l’ultimo dei quali è Star Telecom di Taiwan. Se l’azienda sta andando molto bene in Occidente fa invece più fatica in Cina dove a dominare sono Huawei e Zte e dove Ericsson si sta aggiudicando importanti commesse. L’azienda finlandese si è però aggiudicata una mazi commessa in India nei giorni scorsi.

Intanto a capo della filiale italiana è stata appena nominata Giuseppina Di Foggia.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Personaggi

G
giuseppina di foggia

Aziende

N
Nokia

Approfondimenti

5
5g

Articolo 1 di 5