Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

IL PIANO

5G, avanti tutta sui contratti: Ericsson in pista con le telco di tutto il mondo

Quattro gli accordi svelati in occasione del MWC. Protagonisti gli operatori Mts, Us Cellular, Kazakhtelecom Jsc ed Etisalat Misr. In Italia l’azienda svedese in campo con Wind Tre e sperimentazioni sono in corso con Tim e Fastweb

28 Feb 2019

Patrizia Licata

giornalista

Ericsson ha annunciato al Mobile World Congress di Barcellona una serie di nuovi contratti per lo sviluppo delle reti 5G, confermando che lo standard delle comunicazioni mobili di ultima generazione è il grande protagonista della kermesse di Barcellona anche per i gruppi del networking. I nuovi accordi sono stati siglati con Kazakhtelecom Jsc (Repubblica del Kazahstan), con il service provider russo Mts, con Etisalat Misr (Egitto) e con l’americana US Cellular.

Ericsson ha così totalizzato accordi commerciali 5G con numerosi operatori di cui 14  resi pubblici (più di quelli svelati dai competitor) – e 43 protocolli di intesa. La società sta quindi non solo sperimentando la nuova tecnologia in tutto il mondo (in Italia con Tim e Fastweb) ma anche implementando concretamente le prime infrastrutture 5G negli Stati Uniti, in Europa, Asia e Australia. L’azienda svedese ha sottolineato che i clienti in tutto il mondo accordano la loro fiducia ai  suoi prodotti e servizi perché la tecnologia Ericsson è non solo all’avanguardia ma solida e pronta per l’uso. 

 

Le new entry svelate al MWC di Barcellona

Con il service provider russo Mts (con cui Ericsson aveva un precedente accordo di collaborazione e sta realizzando un centro di ricerca 5G), Ericsson ha firmato un contratto per seguire le prossime tappe dell’implementazione del 5G in Russia. L’accordo copre il periodo 2019-2022 e comprende l’evoluzione dalle attuali reti 4G al Gigabit Lte, nonché lo sviluppo e il lancio di soluzioni e prodotti commerciali basati sul 5G. Quest’anno si svolgeranno il primo pilota 5G Nr (New radio) pre-commerciale e il primo pilota 5G Fixed wireless access della Russia.

Annunciato un contratto pluriennale con US Cellular, il quinto maggior operatore di rete mobile negli Stati Uniti, per accompagnare il carrier nella realizzazione della sua rete 5G. In base al contratto siglato, Ericsson fornirà a US Cellular hardware e software 5G New radio (Nr) basati sugli standard del 3GPP. Ericsson supporterà la modernizzazione della rete di US Cellular dall’Lte al 5G. US Cellular potrà far leva sull’avanguardia raggiunta dal vendor svedese col suo portafoglio di prodotti 5G per espandere la copertura della rete e al tempo stesso rendere l’attuale infrastruttura “a prova di futuro”. Il lancio di servizi 5G per i clienti US Cellular è previsto già nella seconda metà del 2019; l’alleanza con Ericsson fa seguito allo svolgimento di una serie di test congiunti per dimostrare i casi d’uso – tra cui realtà virtuale, realtà aumentata, beamforming avanzato, massive Mimo – anche in aree rurali e suburbane.

L’accordo con Kazakhtelecom JSC riguarda lo sviluppo di tecnologie di accesso radio 5G nella Repubblica del Kazakhstan. Sarà avviato un programma pilota per il periodo 2019-2021 che include il test di diversi casi d’uso del 5G, come Fixed wireless access, enhanced mobile broadband e comunicazioni machine-to-machine. Ericsson darà anche delle raccomandazioni a Kazakhtelecom per una migrazione ottimale verso la rete 5G che minimizza il cost of ownership di una futura rete consolidata.

Con Etisalat Misr in Egitto Ericsson ha firmato un primo accordo per il potenziamento del 4G nell’area metropolitana del Cairo, che include l’implementazione dell’Ericsson Radio system 5G-ready. Un secondo accordo estende l’esistente contratto per i servizi managed.

I quattro assi europei, Italia in campo con Wind Tre

In Europa il gruppo Telenor utilizza le soluzioni Ericsson Cloud core per il 5G in diversi data center per trasformare la sua rete core in Scandinavia. In Italia, invece, Ericsson è partner dell’operatore Wind Tre per fornire applicazioni all’avanguardia di virtual core network, infrastruttura Nfv, orchestrazione di rete e servizi professionali end-to-end per il passaggio al 5G. Ericsson ha anche un contratto con Swisscom per realizzare la trasformazione digitale e l’evoluzione della rete nazionale del gruppo svizzero verso il Gigabit Lte e poi il 5G. In Gran Bretagna, infine, Ericsson fornisce tecnologie Massive Mimo e Carrier aggregation a Vodafone Uk per supportare, nell’Inghilterra meridionale, l’evoluzione della rete 4G della telco verso il 5G.

Supporto alla leadership degli Stati Uniti

Ericsson è uno dei fornitori di attrezzature di rete che sta dando sostegno alla corsa degli Stati Uniti verso il 5G. Su questo mercato Ericsson è partner del colosso telecom At&t per il 5G mobile mmWave che guarda alle implementazioni commerciali sui dispositivi mobili degli utenti finali: l’obiettivo prioritario di At&t sono la user experience e i servizi innovativi per i clienti.

Sempre negli Usa, Sprint ha scelto Ericsson per l’impiego della tecnologia Massive Mimo 5G-ready in alcune città americane. La tecnologia Massive Mimo permette di ottenere velocità di trasmissione dei dati fino a dieci volte superiori rispetto agli attuali sistemi Lte e migliora nettamente l’esperienza utente nelle grandi metropoli dove il traffico dati è intenso. Il progetto fa parte dell’investimento di Sprint nella sua Next-Gen Network, la rete evoluta che migliora le prestazioni e prepara il terreno per il prossimo lancio del 5G mobile. Ericsson lavora negli Stati Uniti anche con T-Mobile con cui vanta un contratto da 3,5 miliardi di dollari sul 5G: e l’azienda svedese partecipa ai progetti di New York, Los Angeles e Las Vegas. In campo i prodotti 5G New radio. Infine, con l’altro big delle telecomunicazioni in America, Verizon, Ericsson ha un contratto con cui fornisce attrezzature di rete per il lancio commerciale del 5G.

Dalla Corea del Sud al Medio Oriente: la sfida all over the world

Oltre agli Stati Uniti, l’altro paese che si è mosso in anticipo sul lancio del 5G è la Corea del Sud. Qui Ericsson collabora con SK Telecom (e Qualcomm) per il primo video 5G su rete commerciale che sfrutta le attrezzature radio commerciali del vendor svedese. In Australia, invece, Ericsson collabora con la telco Telstra per la realizzazione di un ecosistema 5G end-to-end che porterà all’intero paese la prossima generazione della tecnologia mobile. In Medio Oriente Ericsson è stata scelta da Etisalat UAE per la realizzazione della rete radio 5G e l’espansione dell’attuale rete radio Lte negli Emirati Arabi Uniti.

In Arabia Saudita, Saudi Telecom company (Stc) ed Ericsson stanno lanciando una rete 5G mid-band. Per la sua rete 5G, Stc userà hardware e soluzioni software di Ericsson tra cui Radio access network (Ran), packet core, trasporto ed Ericsson Network manager. Ericsson è anche fornitore di Ooredoo Qatar per la realizzazione della ‘Supernet’ 5G del provider. L’accordo copre i prodotti Ericsson Radio system, 5G New radio e le soluzioni Ericsson microwave.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

5
5g
B
Borje Ekholm
E
ericsson
M
mwc19

Articolo 1 di 5