5G, Vodafone spinge sull'Open Ran con un maxi consorzio europeo - CorCom

IL PROGETTO

5G, Vodafone spinge sull’Open Ran con un maxi consorzio europeo

Si parte da 2500 siti in Gran Bretagna. In campo Dell, Nec, Samsung Electronics, Wind River, Capgemini Engineering e Keysight Technologies

14 Giu 2021

Vodafone accelera sull’Open Ran. L’operatore ha annunciato oggi i suoi fornitori strategici: saranno Dell, Nec, Samsung Electronics, Wind River, Capgemini Engineering e Keysight Technologies a scendere in campo per la prima distribuzione commerciale di Open Radio Access Network (Ran) in Europa.

Secondo la compagnia, questa misura “stimolerà altri lanci di Open Ran su larga scala e guiderà la prossima ondata di trasformazione digitale in tutta Europa”.

“Lanciato da Vodafone e dai suoi partner – spiega il comunicato – Open Ran determinerà una maggiore innovazione attraverso un ecosistema di fornitori diversificato e aperto e contribuirà a realizzare a una rete  più conveniente, sicura, efficiente dal punto di vista energetico e incentrata sul cliente. Con il sostegno politico e industriale della Commissione europea e dei governi nazionali dell’Ue, Open Ran ha il potenziale per far entrare più aziende europee in questo mercato emergente. Vodafone e le altre principali società di telecomunicazioni dell’Ue firmatari del memorandum Open Ran ritengono che ciò contribuirà a costruire un ecosistema europeo attorno a queste nuove architetture di rete e a rafforzare la leadership tecnologica globale dell’Ue nelle infrastrutture digitali”.

Vodafone inizialmente si concentrerà sui 2.500 siti nel Regno Unito nei quali ha adottato l’Open Ran a ottobre 2020. Si tratta di uno dei più grandi processi di installazione al mondo e sarà realizzato appunto insieme a Dell, Nec, Samsung e Wind River.

Vodafone prevede inoltre di utilizzare nuove apparecchiature radio definite nell’ambito del programma Evenstar, iniziativa congiunta a cui contribuisce. Qui Capgemini Engineering e Keysight Technologies stanno fornendo supporto per garantire l’interoperabilità tra tutti i componenti.

A partire da quest’anno, i fornitori lavoreranno con Vodafone per estendere la copertura 4G e 5G a luoghi rurali nel sud ovest dell’Inghilterra e nella maggior parte del Galles, spostandosi nelle aree urbane in una fase successiva. L’operatore sta inoltre lavorando per lanciare Open Ran in altri paesi sia in Europa che in Africa, consentendo alla società digitale di essere accessibile a tutti, senza lasciare indietro nessuno.

“Open Ran offre enormi vantaggi ai clienti – spiega Johan Wibergh, Chief Technology Officer di Vodafone –  La nostra rete diventerà altamente programmabile e automatizzata, il che significa che potremo rilasciare nuove funzionalità contemporaneamente su più siti, aggiungere o dirigere la nostra capacità di servizio più rapidamente, risolvere le interruzioni istantaneamente e fornire alle aziende connettività on-demand”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 3