IL PRIMO BANDO

Gara 5G, Tim pigliattuto: si aggiudica i 6 lotti per 725 milioni

L’azienda dovrà rilegare in fibra oltre 11.000 siti radiomobili entro il 2026. Il ministro Colao: “Caso unico in Europa, siamo il primo Paese a prevedere un intervento pubblico per il mercato mobile che favorisce lo sviluppo di una tecnologia all’avanguardia nelle aree dove non c’è interesse ad investire”

13 Giu 2022

Mila Fiordalisi

Direttore

offerte 5g mobile

Tim si è aggiudicata tutti i 6 lotti della prima gara Infratel sul 5G, quella che prevede di rilegare in fibra oltre 11.000 siti radiomobili entro il 2026. L’appalto è stato aggiudicato per 725 milioni e gli incentivi pubblici copriranno fino al 90% dei costi di realizzazione. Tutti gli altri operatori avranno accesso all’ingrosso alle infrastrutture finanziate secondo le condizioni definite dall’Agcom.

Colao: “Caso unico in Europa”

“Con l’assegnazione del primo bando per lo sviluppo del 5G siamo ancora più vicini a completare il piano del Governo per connettere tutta l’Italia con reti ad altissima capacità – commenta il ministro per la Transizione digitale Vittorio Colao . Gli incentivi promossi rappresentano un caso unico in Europa: siamo infatti il primo Paese a prevedere un intervento pubblico per il mercato mobile che favorisce lo sviluppo di una tecnologia all’avanguardia nelle aree dove non c’è interesse ad investire. Questo anche grazie all’impegno di aziende del settore privato che, insieme al Governo, stanno investendo sulle varie iniziative del Piano per raggiungere questo importante obiettivo”. Salgono quasi a quota 5 i miliardi, evidenzia Colao, assegnati per avere, entro il 2026, “un Paese connesso ai migliori livelli europei, di cui potranno beneficiare tutti: cittadini, imprese e Pubblica Amministrazione”.

WEBINAR
30 Giugno 2022 - 14:30
[WEBINAR] Data Governance Strategy: tu sei pronto?
CIO
IoT

I fondi assegnati, previsti dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, seguono quelli dei bandi per connettere scuole, strutture sanitarie e isole minori, insieme ai fondi del bando “Italia a 1 Giga”, tutti rientranti nella Strategia nazionale per la Banda Ultra Larga.

I sei lotti aggiudicati a Tim

Contributo complessivo concesso: euro 725.043.820, suddiviso come segue:

  • lotto 1. Lombardia, Piemonte, Valle d’Aosta: euro 132.562.088;
  • lotto 2. Veneto, Friuli-Venezia Giulia, province autonome di Trento e Bolzano: euro 101.581.600;
  • lotto 3. Emilia-Romagna, Toscana, Liguria: euro 124.769.169;
  • lotto 4. Lazio, Sardegna, Umbria, Marche: euro 125.380.710;
  • lotto 5. Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Puglia: euro 135.031.969;
  • lotto 6. Calabria, Sicilia: euro 105.718.284.

Criterio applicato: offerta economicamente più vantaggiosa. Durata delle convenzioni: dalla sottoscrizione, fino al 30 giugno 2026

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

I
infratel
T
tim

Approfondimenti

G
gara 5g
P
Pnrr

Articolo 1 di 5