Aosta accelera fino a 1 Giga con la fibra di Open Fiber - CorCom

BANDA ULTRALARGA

Aosta accelera fino a 1 Giga con la fibra di Open Fiber

Presentata la convenzione tra la società guidata da Elisabetta Ripa e il Comune per la cablatura in Ftth di 15mila unità immobiliari. Sul piatto 5 milioni

29 Ott 2018

Banda ultralarga, Aosta accelera fino a 1 Giga con la fibra di Open Fiber. Presentata la convenzione tra la società guidata da Elisabetta Ripa e il Comune di Aosta per cablare in Ftth oltre 15mila unità immobiliari, grazie a un investimento di 5 milioni di euro.

Grazie all’accordo entro 18 mesi potrà contare su una rete interamente in fibra ottica. Questa mattina, l’assessore della città con delega alla Smart City, Andrea Edoardo Paron, e il Regional Manager di Open Fiber per la Val d’Aosta, Giovanni Romano Poggi, hanno illustrato i dettagli del progetto previsto sul territorio comunale.

“L’investimento di Open Fiber – ha sottolineato Paron – consegnerà ad Aosta un’infrastruttura moderna e a prova di futuro, che sarà accessibile ai cittadini e alle imprese, nonché alle PA, Enti locali, Regione e Uffici dello Stato, presenti sul territorio comunale. Questa Amministrazione ha posto in particolare rilievo il tema della Smart City, dell’innovazione e della connettività, e l’accordo presentato oggi ci consente di portare avanti i progetti di digitalizzazione per innovare e rendere più attraente e competitiva la nostra città”.

Alla fine di luglio il Comune di Aosta e Open Fiber hanno siglato una convenzione che disciplina le modalità di intervento per i lavori di collegamento alla banda ultra larga. Le prime operazioni utili al fine di realizzare i 60 km di infrastruttura prevista, e stendere circa 10mila chilometri di fibra ottica, sono previste entro l’anno, ma il piano entrerà nel vivo nei primi mesi del 2019.

WHITEPAPER
4G e 5G: reti efficaci per una connessione affidabile e sicura
Networking
Telco

“Siamo molto orgogliosi di portare la nostra rete in Ftth anche qui ad Aosta – ha spiegato il Regional Manager, Poggi – e ringraziamo l’Amministrazione e gli uffici tecnici comunali per aver compreso il valore del progetto e per la collaborazione dimostrata in queste settimane di lavoro. Il nostro obiettivo è realizzare una rete capillare e un’infrastruttura che abiliti tutti i servizi più innovativi esistenti, dallo streaming online in Hd all’accesso alla piattaforme digitali della Pubblica Amministrazione. C’è un grande impegno da parte di Open Fiber per portare nelle case e negli uffici pubblici e privati della città una rete sicura e ultraveloce”.

La convenzione siglata con il Comune di Aosta stabilisce le modalità di scavo e ripristino per la posa della fibra ottica, come previsto dal decreto ministeriale del 2013. Grazie alla partnership con il Comune di Aosta e con Telcha, la società che gestisce il teleriscaldamento locale, Open Fiber utilizzerà ove possibile cavidotti e infrastrutture di rete sotterranee già esistenti così da limitare il più possibile l’impatto sul territorio e gli eventuali disagi per la comunità. Gli scavi saranno effettuati privilegiando modalità innovative e a basso impatto ambientale.

Nell’ambito della convenzione, Open Fiber si è impegnata a raggiungere con la fibra ultraveloce anche circa 20 edifici di proprietà comunale: non solo case e condomini, quindi, ma anche scuole, uffici e strutture della Pubblica amministrazione velocizzeranno il processo di digitalizzazione migliorando così il rapporto con i cittadini. I benefici saranno evidenti anche per le imprese del territorio, che con il collegamento alla banda ultra larga potranno essere più produttive e competitive sul mercato.

Open Fiber – società partecipata da Enel e Cassa depositi e prestiti – è un operatore wholesale only: non vende servizi in fibra ottica direttamente al cliente finale, ma è attivo esclusivamente nel mercato all’ingrosso, offrendo l’accesso a tutti gli operatori di mercato interessati. L’azienda punta a garantire la copertura delle maggiori città italiane con l’obiettivo di realizzare una rete quanto più pervasiva ed efficiente possibile, che favorisca il recupero di competitività del “sistema Paese” e, in particolare, l’evoluzione verso “Industria 4.0”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

F
ftth
O
open fiber