Aree bianche, secondo bando di gara entro l'estate - CorCom

BANDA ULTRALARGA

Aree bianche, secondo bando di gara entro l’estate

L’accordo Liguria-Mise completa la “squadra” delle Regioni protagoniste del secondo bando per la realizzazione della rete pubblica in fibra. Un terzo bando sarà riservato a Puglia, Calabria e Sardegna

03 Ago 2016

Mila Fiordalisi

Anche la Liguria ha firmato l’accordo operativo con il Ministero dello Sviluppo Economico. E dunque è completa la “squadra” delle regioni a cui sarà dedicato il secondo bando per la realizzazione della rete pubblica a banda ultralarga. Del gruppo faranno parte anche Piemonte, Friuli Venezia Giulia, Valle d’Aosta, Provincia di Trento, Lazio, Basilicata, Campania, Umbria, Sicilia e Marche. Per la Liguria saranno investiti 74,4 milioni complessivi, di cui 41,8 statali e 32,6 di fondi Fesr e Fesr a disposizione della regione. L’intervento – che coinvolgerà circa 274mila cittadini – garantirà la copertura a banda ultralarga nelle aree bianche e collegamenti ad almeno 100 mbps per scuole, presidi sanitari, aree industriali e le principali località turistiche.

Come anticipato ieri da CorCom si punta a dare il via al secondo bando prima della pausa estiva in modo da poter accelerare il percorso per la presentazione delle offerte da parte delle aziende interessate e concludere tutto l’iter procedurale per arrivare alle gare vere e proprie entro fine 2016.

Seguiranno un percorso differente – sempre secondo quanto risulta al nostro giornale – Puglia, Calabria e Sardegna per le quali sarà lanciato un bando ad hoc presumibilmente a settembre o comunque in autunno. Nelle tre regioni si sta infatti procedendo con la realizzazione delle infrastrutture con i fondi della precedente programmazione e quindi c’è meno fretta di procedere con l’assegnazione delle nuove risorse.