Baggioni, Vodafone: "Con il 5G le tecnologie si traducono in servizi" - CorCom

#TELCO4ITALY

Baggioni, Vodafone: “Con il 5G le tecnologie si traducono in servizi”

Il Direttore programma 5G: “Molto del valore del nuovo standard si trova nella costruzione degli use case. Si trasformano i modelli di business e ne beneficia la società. Fondamentale la sperimentazione continua e il rapporto col territorio per rispondere a esigenze reali”

14 Mag 2021

Patrizia Licata

giornalista

“Gli operatori di rete hanno la responsabilità di far emergere la domanda per il 5G“, secondo Sabrina Baggioni, Direttore programma 5G Vodafone Italia.

Vodafone è già molto avanti con l’implementazione del 5G e in particolare degli use case: dalla sanità ai trasporti, dal gaming all’agricoltura gli annunci in termini di applicazioni e servizi si moltiplicano. Baggioni ha sottolineato infatti come “molto del valore del 5G si trova nella costruzione degli use case e nell’abilitazione dei nuovi modelli di business e dell’aumentata efficienza che il 5G può portare. La chiave di volta è la traduzione della tecnologia da abilitatore in servizi che creano valore per la società e il tessuto imprenditoriale”.

Il mercato italiano è oggi molto più pronto per il grande salto rispetto a un anno fa: “Dopo l’estate del 2020 abbiamo rilevato nelle imprese un vero cambio di passo sul 5G: i clienti sono interessati alle trasformazioni che il 5G può portare”.

Le aziende devono continuare ad essere curiose, “capire il valore del 5G, il suo impatto sui processi, e implementare le applicazioni da subito, anche partendo da ambiti più ristretti per poi ampliare i progetti. È importante riconoscere l’offerta per i settori verticali, ma occorre valorizzare anche le soluzioni orizzontali, quelle che migliorano la catena del valore per le aziende“.

Vodafone Italia si è di recente aggiudicata bandi per servizi 5G in Lombardia, a Genova e a Catanzaro, dove sta lavorando, in collaborazione con attori pubblici e privati su settori come la sicurezza delle infrastrutture e la viabilità (a Genova), il turismo e l’accessibilità (a Catanzaro), la mobilità connessa e automatizzata, lo sport e il wellbeing (in Lombardia).

Il continuo investimento di Vodafone in sperimentazione e innovazione “è fondamentale perché la tecnologia evolve in continuazione. Inoltre, risponde a un’esigenza del territorio“, ha indicato Baggioni. “È importante dare valore alle richieste che vengono dagli utenti. Il 5G è ecosistema e scambio di competenze e anche per questo lavoriamo sul territorio, anche con le startup e le Pmi, che sono una fucina di innovazione sul perché stanno dimostrando di essere le prime a capire come un prototipo può diventare un super servizio grazie al 5G”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA