IL FINANZIAMENTO

Banda ultralarga in Alto Adige, Cdp mette sul piatto 150 milioni

Saranno 80mila entro il 2026 le nuove unità immobiliari raggiunte dalla fibra ottica nella Provincia autonoma di Bolzano. Via all’aumento di capitale di Infranet

Pubblicato il 16 Dic 2022

banda-ultralarga-cantiere-fibra

Sono quasi 80.000 le nuove unità immobiliari che verranno raggiunte dalla rete in fibra ottica grazie al finanziamento da 150 milioni erogato da Cdp alla Provincia Autonoma di Bolzano. Il finanziamento servirà all’aumento di capitale di Infranet che si occupa della gestione, pianificazione e manutenzione dell’infrastruttura digitale su tutto il territorio altoatesino.

Gli obiettivi del progetto

Le risorse consentiranno all’azienda di attuare gli investimenti necessari a proseguire nella progettazione e nella realizzazione della rete a banda ultralarga, con l’obiettivo di raggiungere entro il 2026 circa 120.000 unità immobiliari – ad oggi, sono circa 41.000 gli immobili serviti – e offrire così a tutti gli operatori telefonici l’accesso a una moderna rete in fibra ottica.

WHITEPAPER
Connettività IoT: una guida dedicata alla scelta più adatta per la propria azienda
IoT
Networking

La collaborazione tra Cdp e la Provincia Autonoma di Bolzano permetterà di realizzare un’infrastruttura di ultima generazione, con prestazioni elevate in termini di velocità, affidabilità e latenza, che potrà garantire a cittadini e imprese l’utilizzo dei servizi innovativi abilitati dal digitale come telemedicina, servizi avanzati della PA, smart working, Iot, streaming online di contenuti in HD e, ancora, le applicazioni intelligenti per le smart city come la mobilità sostenibile (e-mobility e sharing mobility), il controllo elettronico degli accessi, il monitoraggio ambientale e la gestione dell’illuminazione pubblica.

Digitale in linea con la missione Pnrr

Con il finanziamento, si legge in una nota, Cdp rinnova il sostegno alla Provincia, dopo la linea di credito da 40 milioni erogata l’anno scorso, anch’essa destinata al potenziamento della rete a banda ultralarga.

L’operazione, coerente con le missioni individuate dal Pnrr, segue le priorità di intervento definite dalle Linee Guida Strategiche relative alla digitalizzazione come previsto dal Piano 2022-2024 di Cdp, con l’obiettivo di contribuire sia allo sviluppo delle infrastrutture di connettività sia alla digitalizzazione delle imprese e della PA per generare un impatto sociale e ambientale positivo.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articolo 1 di 2