L'INTERVENTO

Consolidamento Tlc: Labriola fa squadra con Bisio, Corti e Levi

In un post su Linkedin l’Ad di Tim rilancia sul fair share a seguito della pubblicazione, da parte dell’Europa, del libro bianco alla base della nuova consultazione per spingere la roadmap della banda ultralarga. Intanto Iliad si prende il 19,8% della svedese Tele2 per oltre 1 miliardo

Pubblicato il 26 Feb 2024

Pietro Labriola

Consolidamento e fair share non sono più rinviabili. È stato compiuto un primo passo, ora spero che tutti partecipino alla consultazione per consolidare velocemente quanto di buono è stato proposto”: in un post su Linkedin l’amministratore delegato di Tim rilancia sulla questione del contributo a carico degli over the top affinché si possa spingere la realizzazione delle nuove reti a banda ultralarga e rendere sostenibili gli investimenti delle telco. E tagga i tre amministratori delegati di WindTre, Iliad e Vodafone – Gianluca Corti, Benedetto Levi  e Aldo Bisio, nonché la ceo del Gruppo britannico Margherita Della Valle, affinché si vada avanti compatti nell’ambito della nuova consultazione a seguito della pubblicazione, da parte della Commissione europea, di un Libro bianco che traccia la roadmap delle infrastrutture digitali innovative.

Iliad al 19,8% della svedese Tele2

Iliad punta ad essere uno dei protagonisti del consolidamento Tlc: il Gruppo francese ha annunciato di aver raggiunto accordo vincolante, attraverso Freya Investissement, veicolo a partecipazione paritetica costituito dalla stessa Iliad e Njj Holding, con Kinnevik per acquisire circa il 19,8% del capitale sociale comprendente azioni di entrambe le classi A e Classe B della compagnia svedese Tele2 per 1,6 miliardi.

Dopo l’approvazione da parte dell’autorità competente, al momento del closing dell’operazione, Freya diventerà l’azionista di riferimento di Tele2. Freya acquisirà da Kinnevik 20.733.965 azioni A e 116.879.154 azioni B rappresentanti circa il 19,8% del capitale sociale di Tele2 a un prezzo medio ponderato per azione pari a 94,2 corone svedesi. L’operazione ha ricevuto il sostegno unanime dei consigli di amministrazione di Iliad, Freya e Kinnevik.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articoli correlati

Articolo 1 di 5