BANDA ULTRALARGA

Open Fiber, al via in Lombardia il piano Italia a un Giga

Nel progetto finanziato con i fondi del Pnrr l’operatore wholesale si è aggiudicato otto lotti sui quindici messi in gara da Infratel. Avviati i lavori sul territorio di dieci amministrazioni, per un totale di circa 3.500 numeri civici

Pubblicato il 23 Dic 2022

A. S.

OF_fibra

Partono i cantieri del Piano Italia a un Giga per la Lombardia: Open Fiber, che si è aggiudicata otto lotti dei quindici messi a gara da Infratel Italia, ha avviato i lavori sui territori di Arese (Mi), Cesano Maderno (Mb), Corsico (Mi), Crema (Cr), Cusano Milanino (Mi), Limbiate (Mb), Offanengo (Cr), Paderno Dugnano (Mi), Rozzano (Mi), San Giuliano Milanese (Mi), per un totale di circa 3.500 numeri civici che saranno connessi alla rete a banda ultra-larga. Inoltre verranno aperti a breve altri 2 cantieri nelle città di Basiglio (Mi) e Varese.

Il piano Italia a un giga

Il progetto di digitalizzazione Italia a un giga è il piano finanziato con i fondi del Pnrr per cablare le zone non coperte da almeno una rete in grado di fornire velocità di connessione in download pari o superiori a 300 Mbit/s. Riguarda in tutto 3.881 Comuni in 9 Regioni per la copertura complessiva di 3,9 milioni di numeri civici entro il 2026.

INFOGRAFICA
Come sfruttare al meglio i fondi del PNRR per rinnovare gli impianti idrici
IoT
Manifatturiero/Produzione

Abilitare i servidi digitali innovativi di oggi e domani

“Il Piano Italia a 1 Giga costituisce un ulteriore tassello del piano industriale di Open Fiber volto a dotare il Paese di una rete in fibra ottica di ultima generazione – spiega Paolo Visconti, responsabile Network & Operations area Nord Ovest di Open Fiber – Un’infrastruttura che abilita tutti i servizi digitali innovativi di oggi e domani: dalla telemedicina allo smart working, dal controllo elettronico degli accessi al monitoraggio ambientale e la gestione dell’illuminazione pubblica. Senza dimenticare che la fibra ottica è di fondamentale importanza anche in termini di eco-sostenibilità e risparmio energetico. Per mettere a terra un progetto così ambizioso è fondamentale la collaborazione con le Amministrazioni locali e le Regioni nell’interesse dei cittadini e delle imprese del territorio secondo il modello che stiamo attuando proprio con Regione Lombardia”. 

Il contributo di Regione Lombardia

“Continua la collaborazione tra Regione Lombardia-Direzione Generale Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile e Open Fiber S.p.A. che porterà ad investire ulteriori 193 milioni sul nostro territorio che si aggiungono ai 303 della Programmazione Comunitaria 2014-2020 i cui lavori si concluderanno entro il 2023 – sottolinea Claudia Terzi, assessore regionale alle Infrastrutture, trasporti e mobilità sostenibile – Mi aspetto una collaborazione stretta e proficua anche per i prossimi anni, così come lo è stata la precedente seppur con qualche difficoltà. Con il nuovo progetto Italia 1 Giga, infatti, auspico che i lavori siano realizzati con la massima cura e il massimo impegno da parte di tutti i soggetti della filiera. Regione Lombardia si è resa disponibile anche ad indire le Conferenze di Servizi per agevolare l’iter amministrativo a conclusione del quale è possibile l’avvio lavori, contribuendo così a portare la Lombardia ai livelli di connessione dell’Europa“.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articolo 1 di 4