Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

IL PRIMATO

OpenFiber, Palermo è la città più cablata del mediterraneo

La fibra arriva a connettere 224mila tra case, uffici e scuole. Il sindaco Leoluca Orlando: “Così forniamo ai nostri cittadini servizi all’avanguardia”

21 Dic 2018

A. S.

Palermo è la città più cablata del Mediterraneo. A renderlo possibile sono state le strategie di Open Fiber, che in questo progetto ha investito 90 milioni di euro, cablando 224mila unità immobiliari tra appartamenti, attività e uffici nel capoluogo siciliano, per un picco di 40 cantieri al giorno per la presenza di 300 lavoratori e un totale di 2.800 chilometri di fibra ottica dispiegata sul territorio. Il roll out in modalità fiber to the home è stato completato con 5 mesi d’anticipo rispetto a quanto programmato, con l’infrastruttura che è in grado di garantire a cittadini, imprese e pubblica amministrazione velocità di connessione al web  di un Gigabit al secondo e una latenza inferiore ai 5 millisecondi).

“Un grande intervento infrastrutturale che pone Palermo all’avanguardia grazie ad una sinergia operativa, e in questo caso anche tecnologica, fra pubblico e privato – afferma il primo cittadino Leoluca Orlando – La messa in rete dell’infrastruttura dell’anello telematico con quella offerta da Open fiber renderà possibile fornire alla nostra città servizi di avanguardia per una sempre maggiore vivibilità e semplificazione del rapporto fra amministrazione pubblica, cittadini e imprese”.

“Palermo è una delle prime città ad essere state avviate nell’ambito del Piano di Open Fiber per la realizzazione di una rete nazionale di TLC nei 271 principali centri urbani del Paese – sottolinea Elisabetta Ripa, amministratore delegato di Open Fiber – Con il completamento del progetto nel capoluogo siciliano, Open Fiber conferma e rilancia la sua mission di player infrastrutturale per il superamento del digital divide che affligge l’Italia. Un progetto ambizioso, il nostro, che quest’anno si chiuderà col pieno conseguimento degli obiettivi previsti: il cablaggio di 4,8 milioni di unità immobiliari da Nord a Sud e la partenza dei cantieri in circa 100 città e in mille piccoli centri compresi nelle cosiddette “aree bianche”. Proprio in riferimento alle zone del Paese meno digitalizzate, d’estremo rilievo è l’avvenuta commercializzazione dei servizi di connettività a banda ultralarga attraverso i nostri operatori partner. Una importante notizia dei giorni scorsi che ha come protagonista ancora una volta la Sicilia: tra i primi comuni ad aver acceso la fibra ottica compare infatti San Giovanni La Punta, in provincia di Catania”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 2