LA PARTNERSHIP

Orange e Open Fiber stringono l’alleanza sull’ultrabroadband

La divisione Business services della società francese utilizzerà la fibra dell’operatore wholesale per i propri servizi digitali avanzati. Focus su smart city e innovazione per le imprese

12 Giu 2020

A. S.

Orange Business Services si appoggerà in Italia ai servizi forniti dalla rete a banda ultralarga di Open Fiber. Nello specifico, l’operatore wholesale italiano consentirà alle aziende clienti di Orange Business Services di navigare alle più elevate velocità disponibili sia in upload che in download, fino a 100 Gigabit al secondo, con latenza minima e i più alti standard di sicurezza. Questa partnership, si legge in una nota, permetterà il delivery delle applicazioni digitali avanzate di Orange, che includono servizi di cloud, data analytics, data management platform, Internet of Things (IoT), disponibili sia per il mercato enterprise sia per la pubblica amministrazione e le comunità cittadine. 

”La collaborazione tra Orange Business Services e Open Fiber supporterà il percorso di trasformazione digitale necessario a sostenere un cambiamento che è al contempo culturale, sociale e di direzione aziendale. Offrirà, inoltre, un trasporto estremamente sicuro e affidabile per quei dati che devono essere  sempre più collocati nel cloud e non on-premises”.  

L’offerta core di Orange Business Services comprende servizi di enhanced collaboration che consentono di creare un’esperienza senza interruzioni per l’utente finale, in ogni circostanza, sia per i dipendenti sia per i clienti.

WHITEPAPER
Strategie DevOps: perché puntare su un'infrastruttura capace di gestire al meglio le applicazioni?
Cloud
DevOps

Tra le offerte che le due aziende stanno mettendo a punto nell’ambito della loro partnership sulla fibra ci sono anche quelle rivolte alle smart city, per promuovere una migliore gestione delle esigenze di una municipalità e offrire una qualità superiore di vita ai cittadini. “Avere a disposizione indicatori affidabili permette ad esempio di ridurre il traffico tramite applicazioni in grado di individuare i parcheggi disponibili in tempo reale, o di limitare la congestione dei mezzi pubblici nelle ore di punta controllando la densità di passeggeri – prosegue la nota – Inoltre, applicazioni di monitoraggio della sicurezza pubblica possono contribuire a proteggere gli abitanti della città in zone a rischio o là dove c’è un maggiore afflusso di persone”. 

“L’accordo con Orange Business Services  – afferma Elisabetta Ripa, amministratore delegato di Open Fiber – testimonia la scelta chiara e inevitabile delle due aziende di puntare sull’Ftth, tecnologia in cui sono entrambe sul podio europeo. Con l’aggiornamento del piano industriale, Open Fiber dedicherà particolare attenzione al mondo business, data la crescente domanda di connessione a banda ultra larga da parte delle imprese. La partnership con Orange Business Services è un riconoscimento dell’efficace strategia commerciale che Open Fiber sta perseguendo e del suo ruolo sempre più rilevante nel panorama nazionale e internazionale”.

“L’offerta innovativa e altamente avanzata di Orange Business Services trova il suo partner ideale nel progetto di Open Fiber: cambiare lo scenario della connettività ad alta velocità in Italia è essenziale per lo sviluppo di servizi a valore aggiunto – aggiunge Francesca Puggioni, managing director southern Europe di Orange Business Services – Il nostro piano strategico Engage2025 è guidato dalla volontà di supportare le imprese nazionali e internazionali con un modello di co-innovazione,  al fine di mettere a punto servizi digitali innovativi a beneficio del business, dei dipendenti e dell’intera comunità, in linea con la strategia di Responsabilità Sociale d’Impresa al cuore della nostra identità aziendale”.  

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4