LA CHALLENGE

Sensoworks vince il “ConnecTO Startup Contest” di Infratel-Invitalia

Al secondo e terzo posto i progetti BraInd 4.0 e Lifi Italia. Marco Bellezza: “In Italia c’è spazio per innovare e dare ulteriore spinta all’infrastrutturazione e ai servizi innovativi”. Nella giuria il Direttore di CorCom, Mila Fiordalisi

14 Giu 2022
foto1

È Sensoworks-Sensing The future ad aggiudicarsi la medaglia d’oro nell’ambito del contest Infratel-Invitalia “ConnecTO Startup Contest” organizzato con il partner tecnico Oppino Italy per individuare progetti e soluzioni in grado di rendere le connessioni sempre più veloci, più smart e a basso impatto. Al secondo posto si piazza il progetto BraInd 4.0 al terzo Lifi Italia.

I vincitori sono stati decretati oggi dalla giuria – fra i membri anche il Direttore di CorCom, Mila Fiordalisi: fattibilità tecnico economica, impatto crescita, inclusività e sostenibilità e qualità della presentazione i parametri per l’assegnazione dei punteggi e per la scelta dei tre primi classificati fra le nove aziende che hanno partecipato al contest.

“Il settore delle infrastrutture si trova di fronte alla necessità di migliorare i processi produttivi – commenta l’Ad di Infratel Marco Bellezza – Portare il digitale in Italia è ancora per certi aspetti un’attività ‘analogica’, c’è ampio spazio per innovare. Da qui l’idea di un contest in linea peraltro con il percorso avviato dal 2020 che ha acceso i riflettori sul ruolo che le startup possono avere nell’ambito della spinta all’infrastrutturazione e ai servizi innovativi”.

Le schede dei 3 progetti vincitori

Primo classificato Sensoworks- Sensing the future della startup Sensoworks

Sensoworks è la piattaforma per il monitoraggio infrastrutturale. Raccoglie, monitora e interpreta i dati provenienti daisensori collegati alle infrastrutture come ponti, tunnel, reti idriche e fognarie. Si connette a tutte le tipologie di sensoriche supportano protocolli IoT per permettere la configurazione dell’infrastruttura e tutte le sue personalizzazioni. Unavolta configurati, tutti i sensori sono monitorati in tempo reale, i dati vengono raccolti, registrati e strutturati in sicurezzaper essere analizzati da algoritmi a base statistica e di machine learning (anomaly detection, predictive maintenance).Sensoworks può essere facilmente configurato per impostare azioni automatiche basate sui dati raccolti e sulle analisieffettuate. Integra funzionalità di BIM e GIS per la rappresentazione del gemello digitale dell’infrastruttura. Consente lagenerazione di report altamente configurabili che possono essere conservati in blockchain. La piattaforma SensoworksIIoT Platform ad oggi è impiegata nell’ambito del monitoraggio infrastrutturale offrendo le seguenti funzionalità: Monitoraggio strutturale, Carico e deformazione, Vibrazioni/accelerazioni, Spostamenti, Inclinazioni, Rotazioni,temperature

WHITEPAPER
MIGRAZIONE IN CLOUD? migliora e velocizza i processi con l'offerta RISE WITH SAP
Cloud
Digital Transformation

Secondo classificato BraInd 4.0 della startup Fifth Ingenium

BraIND 4.0 è un framework modulare per rendere i lavoratori più produttivi aumentando l’efficienza, riducendo lavariabilità e tagliando i tempi di downtime e di riparazione, evitando potenziali rischi per la sicurezza dovuti a procedureo manutenzioni errate. La soluzione copre 5 campi di applicazione e può:

– assistere visivamente il lavoratore durante la checklist di manutenzione e la risoluzione dei problemi;

– offrire una guida durante le operazioni di montaggio e smontaggio;

– permettere di realizzare un’assistenza remota completamente in 3D con un esperto remoto che è in grado dicondividere i contenuti in tempo reale e vedere cosa sta facendo l’operatore;

– aiutare a identificare i rischi per la sicurezza e mantenere la conformità con i principali standard industriali industriali(WCM);

– offrire integrazione e connessione con dati in tempo reale e dashboard da diverse fonti di dati (SQL, SAP, Dynamics,ecc.).

Rispetto ad altre soluzioni, BraIND 4.0 offre un maggior grado di personalizzazione a un costo significativamente inferiore.

Terzo classificato Lifi Italia della startup To be

Il LiFi sfrutta lo spettro della luce, visibile e non visibile, per trasmettere dati in modo veloce, sicuro e sostenibile. La bandadi frequenza è 10.000 volte più ampia di quella delle RF dedicate al WiFi. La mission di To Be è rendere la tecnologia LiFiaccessibile a tutti attraverso la piattaforma di servizi LiFi Zone®. Il progetto LiFi Italia incarna perfettamente transizioneecologica, digitale e delle reti in un’unica soluzione green, unendo l’abbattimento dei consumi energetici tramite LED(anche infrarossi) di ultima generazione che illuminano e allo stesso tempo erogano servizi di geolocalizzazione e unaconnessione ultraveloce indoor. L’obiettivo non è sostituire le altre tecnologie di trasmissione, ma lavorare in sinergia persoddisfare la crescente domanda di traffico dati. Con LiFi Italia possiamo:

“prolungare” in wireless la connettività in fibra ottica del piano BUL per connettere scuole, uffici e ambienti indoor;erogare servizi di geolocalizzazione e indoor navigation sfruttando l’infrastruttura WiFi Italia nei musei, negli ospedali enei luoghi pubblici. Il LiFi non è più il futuro, ma il presente. Dall’Italia verso il mondo.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 3