BANDA ULTRALARGA

Vodafone-Altice, via a FibreCo: piano da 7 miliardi per la Germania

Joint venture paritaria, si punta a connettere 7 milioni di abitazioni con tecnologia Ftth in 6 anni. La newco fornirà accesso wholesale a tutti gli operatori di Tlc del Paese

17 Ott 2022

Patrizia Licata

giornalista

fusione-merger-accordo

Vodafone e Altice uniscono le forze per portare la banda ultralarga in Germania: le due aziende hanno annunciato la creazione di una joint venture chiamata “FibreCo” per connettere con l’Ftth (fibre-to-the-home) fino a 7 milioni di case in 6 anni aggiornando l’opzione ibrida fibra-cavo di Vodafone. 

Altice, sottolinea Vodafone, è complementare al servizio di banda larga di nuova generazione che la telco britannica offre già in Germania, con connessioni veloci fino a 1 Gbps che coprono più di 24 milioni di edifici nel Paese. Insieme ad Altice verrà realizzato l’upgrade dell’opzione ibrida fibra-cavo proposta da Vodafone portando le connessioni in fibra più vicino alle case tramite il ‘node splitting’ e il Docsis 3.1 ‘high split’, che abilita velocità di download superiori a 3Gbps. Questo progetto di upgrade, unito alle prossime evoluzioni tecnologiche, come Docsis 4.0, permetteranno alla rete ibrida fibra-cavo di Vodafone di offrire, in futuro, velocità fino a 10Gbps.

I termini finanziari dell’accordo

Come parte della transazione Vodafone prevede di ricevere proventi in contanti da Altice fino a 1,2 miliardi di euro, così suddivisi: un pagamento anticipato di 120 milioni di euro alla chiusura del deal, prevista nel primo semestre del 2023; ulteriori pagamenti differiti per un totale fino a 487 milioni di euro da pagare man mano che l’implementazione progredisce (una volta connessi i primi 1,5 milioni di case e fino alla fine del roll-out); un earn-out fino a 595 milioni di euro (in totale) in base alle prestazioni di FibreCo.

WHITEPAPER
Migliora le performance del tuo business online con una Multi-CDN: Scarica il White Paper
Marketing
Networking

Durante il periodo di roll-out, FibreCo intende investire fino a circa 7 miliardi di euro, di cui il 70% finanziato da un debito non-recourse per Vodafone e Altice.

Come funzionerà la joint venture

Questi i dettagli della joint venture comunicati da Vodafone.

La FibreCo sarà di proprietà del 50% di Vodafone Germany e del 50% di Altice. La società congiunta costruirà e gestirà una rete a banda larga Ftth disponibile per un massimo di 7 milioni di case (Parte “Roll-out” del progetto).

Circa l’80% del roll-out si concentrerà sui grandi complessi abitativi già raggiunti dalla rete di cavi in fibra ibrida di Vodafone e che sono interessati agli aggiornamenti Ftth, mentre il restante 20% del roll-out sarà al di fuori dell’attuale area raggiunta da Vodafone e si concentrerà sulle abitazioni vicine.

FibreCo offrirà accesso all’ingrosso a tutti i fornitori di servizi di telecomunicazione, per sfruttare appieno il potenziale dell’infrastruttura.

FibreCo beneficerà dell’esperienza commerciale e delle relazioni con i clienti di Vodafone e della competenza di Altice nell’Ftth, sia per il roll-out che per la fase operativa e la vendita wholesale.

FibreCo affiderà a Geodesia (filiale di Altice) la maggior parte della costruzione e della manutenzione della rete.

Il valore delle alleanze della fibra

“Questo significativo investimento infrastrutturale sostiene lo sviluppo sociale, economico e digitale del Paese e le ambizioni a banda larga del governo tedesco come parte degli obiettivi del Decennio digitale europeo”, ha commentato Nick Read, ceo del gruppo Vodafone.

“Siamo stati pionieri delle joint venture della fibra in Francia e Portogallo e siamo entusiasti di poter replicare il modello in Germania con un partner di questo valore”, ha affermatoDavid Drahi, co-ceo di Altice.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

A
Altice
V
vodafone

Approfondimenti

Banda Larga
B
banda ultralarga
F
fibra

Articolo 1 di 4