Voucher banda ultralarga, a quota 167 gli operatori accreditati - CorCom

IL PIANO

Voucher banda ultralarga, a quota 167 gli operatori accreditati

Infratel aggiorna i dati sulla Fase 1 della misura del Governo: in totale oltre 1.300 le offerte di 113 diverse società Tlc. Bocciate 555 proposte. A cinque mesi dall’avvio impegnati oltre 73 milioni di euro

09 Apr 2021

L. O.

Network Abstract 3d concept

Gli operatori che hanno presentato finora domanda per essere accreditati attraverso la piattaforma Voucher sono 219. E 167 sono quelli che attualmente hanno completato con successo il processo di accreditamento e risultano, quindi, idonei a partecipare alla fase operativa della misura. Si legge nell’aggiornamento del Piano Voucher Fase 1 pubblicato da Infratel.

Come funziona la procedura di accreditamento

La procedura di accreditamento degli operatori verifica che ciascuno di essi sia in possesso dei titoli necessari e non versi in nessuna delle situazioni di cui all’art. 80 del d.lgs. n. 50/2016. Gli operatori accreditati devono presentare le offerte commerciali relative ai servizi di connettività nell’ambito del Piano Voucher Fase I, corredate dalla propria carta dei servizi.

WEBINAR
14 Dicembre 2021 - 11:00
Telco per l'Italia: come accelerare la trasformazione. Le opportunità di PNRR e Cloud
Telco

Ad oggi, si contano un totale di 1.328 offerte da 113 diversi operatori. Di queste, 767 – relative a 106 diversi operatori – sono state approvate dal team dedicato di Infratel Italia.

Di contro, 555 offerte sono state rifiutate a causa di clausole contrattuali difformi da quanto indicato in convenzione (es. rinnovo tacito alla scadenza del contratto), livelli di servizio non sufficienti (es. banda upload), dispositivi Tablet/PC non in linea con le specifiche tecniche minime richieste, difformità tra i documenti presentati e i dati caricati sul Portale Voucher.

Fondi disponibili e risorse impegnate

A cinque mesi dall’avvio della misura, le risorse impegnate ammontano a oltre 73 milioni di euro, pari al 36.59% dei fondi disponibili.

Complessivamente, dal 9 novembre 2020, giorno a partire dal quale i cittadini interessati potevano richiedere il Voucher agli operatori che hanno presentato offerte valide, sono stati attivati oltre 118.000 Voucher in tutta Italia, per un totale di oltre 59 milioni di euro erogati. Alla data odierna, infine, risultano prenotati Voucher per un importo pari a oltre 13 milioni di euro.

Qui sotto la tabella riepilogativa che illustra per ogni Regione l’importo relativo ai Voucher prenotati, a quelli attivati e a quelli rimanenti.

A chi è rivolta la misura del Governo

La misura punta a incentivare la fruizione di servizi a banda ultralarga su tutto il territorio nazionale. Inizialmente nelle sole regioni Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Toscana, e su esplicita richiesta di queste regioni, la misura era applicabile solo ad utenze localizzate in alcuni comuni.

Dal mese di marzo 2021, le suddette regioni hanno deliberato l’estensione della misura senza limitazioni territoriali, permettendo l’accesso al Voucher alle famiglie meno abbienti risiedenti in tutti i comuni.

Verifica dei requisiti del cittadino per ottenere il Voucher

Dal 21 dicembre 2020, è iniziata la verifica a campione della sussistenza dei requisiti necessari dei cittadini per attivare i Voucher. I controlli sono svolti in automatico tramite il collegamento ai sistemi dell’Autorità incaricata, Inps, che permette di verificare la veridicità dell’Isee dichiarato dal cittadino al momento della richiesta del Voucher all’Operatore.

@RIPRODUZIONE RISERVATA