Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

LA PARTNERSHIP

BBBell sì dà alla fibra: siglato l’accordo con Open Fiber

Dalla società attiva in Piemonte sulle Tlc wireless nasce “kiara”, per estendere il servizio di Internet+telefonia fissa fino a un giga. In programma cinque milioni di investimenti in tre anni. Intanto la società controllata da Enel-Cdp stipula la convenzione per cablare la città di Alessandria

25 Gen 2018

A. S.

BBBell, società attiva in Piemonte specializzata nelle tlc wireless, estende la propria attività anche nel campo della fibra ottica, grazie a un accordo di collaborazione siglato con Open Fiber. Quest’ultima, intanto, sigla l’accordo per cablare la città di Alessandria con il sindaco Gianfranco Cuttica.

In virtù dell’intesa siglata con Open Fiber, BBBell potrà offrire servizi di internet e telefonia fissa a clienti privati, aziende ed enti locali nella città di Torino, grazie all’accesso all’infrastruttura di rete in fibra ottica Fiber to the home. L’operazione, si legge in una nota della società, prevede un investimento complessivo di 5 milioni di euro in tre anni e “porta BBBell a raggiungere l’ambizioso progetto di completare la propria offerta Tlc affiancando ai servizi wireless quelli attivabili tramite fibra ottica”.

Il nuovo servizio si chiama Kiara, e potrà servire più di 335mila utenti in alcune aree definite della città, ma in prospettiva BBBell si pone l’obiettivo di estendere il servizio fibra in tutte le città piemontesi dove Open Fiber attiverà l’infrastruttura.

“Con questo importante investimento – afferma Enrico Boccardo, presidente di BBBell – vogliamo porci sempre più come operatori di telecomunicazione a 360° in grado di offrire soluzioni e servizi sulla base delle esigenze del cliente e che tengano conto della conformazione orografica del territorio piemontese. L’accordo con Open Fiber consentirà di portare servizi a banda ultra larga ovunque e “su misura” tramite la fibra ottica via terra affiancandosi alla tradizionale attività wireless erogata su infrastrutture di proprietà, come già avviene in 7 Province della regione”.

BBBell – aggiunge Simone Bigotti, Ad di BBBell – si pone da sempre tra gli obiettivi primari, oltre a garantire un’alta qualità e affidabilità dei servizi, quello di essere vicino al cliente, in maniera diretta e senza mediazione di call center. In quest’ottica l’azienda vuole applicare la propria filosofia anche al segmento della fibra, facendo della qualità del servizio, dell’attenzione per il territorio e della trasparenza verso il cliente i tre pilastri fondanti dell’offerta Kiara/BBBell”.

Quanto alla convenzione formalizzata da Open Fiber con la città di Alessandria, l’obiettivo è di realizzare un’infrastruttura interamente in fibra ottica che consenta ai cittadini di beneficiare di una velocità di connessione fino a 1 Gigabit al secondo. Ad annunciarlo è stato questa mattina in una conferenza stampa il sindaco di Alessandria Gianfranco Cuttica di Revigliasco. Per realizzare l’infrastruttura si prevede un investimento di circa 12 milioni di euro per la copertura di oltre 34mila unità immobiliari, che saranno cablate in modalità Fiber To The Home attraverso un totale di circa 20mila chilometri di fibra ottica.

“Alessandria festeggia quest’anno 850 anni di storia – spiega il primo cittadino – e questa infrastruttura ci proietta nel futuro: è uno dei primi atti amministrativi del 2018, la banda ultra larga è uno strumento straordinario per la digitalizzazione della città”.

Open Fiber porta la fibra fino a casa – aggiunge il regional manager di Open Fiber per il Piemonte, Enrico Pietralunga – con prestazioni non assimilabili alle altre tecnologie. Poniamo le basi per una vera smart city, anche perché Alessandria è un altro tassello importante per la società in Piemonte, una regione dove stiamo proponendo un modello molto valido. È un investimento concreto che Open Fiber ha deciso di sostenere e cercheremo di limitare, in stretta collaborazione con l’amministrazione comunale, ogni tipo di disagio per i cittadini”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

F
fiber to the home
F
fibra
O
open fiber

I commenti sono chiusi.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link