Bernabè: "Mediaset-Telefonica, giusta strategia" - CorCom

Bernabè: “Mediaset-Telefonica, giusta strategia”

L’ex numero uno di Telecom Italia: “I servizi di comunicazione stanno diventando sempre più appannaggio di un oligopolio di operatori internet americani, mentre le società di Tlc diventano operatori di infrastruttura”

14 Lug 2014

Mediaset-Telefonica, “operazione giusta”. Lo dice Franco Bernabè l’ex amministratore delegato di Telecom Italia all’indomani dell’accordo sulla pay tv italiana Premium, che potrebbe prefigurare nuovi rapporti di forza nel mondo televisivo e delle Tlc, e dopo la vendita al colosso spagnolo del 22% della pay spagnola Digital Plus (operazione da circa 400 milioni). “Si tratta di un’operazione forse ancora più complicata per la complessità della situazione finanziaria di Prisa (gravata da un debito di 3 miliardi, ndr) – ha detto Bernabè in un’intervista rilasciata a Milano Finanza – e in più vanno considerate le implicazioni politiche. Ma strategicamente è un’operazione giusta”.

“I servizi di comunicazione stanno diventando sempre più appannaggio di un oligopolio di operatori internet americani, mentre le società di tlc diventano operatori di infrastruttura” dice l’ex ad Telecom.

Parlando del mondo delle tlc, Bernabè sottolinea come si stia verificando “una costante erosione dei servizi base tradizionali, tutte le attività che storicamente generavano margini, come il traffico voce o gli sms, stanno diminuendo a vantaggio di servizi offerti dalle società di internet come Whatsapp o i social network. Questo sta trasformando le tlc in operatori di infrastruttura che offrono prevalentemente servizi di accesso. Un business povero che in più, quando si trova in un contesto concorrenziale come quello attuale, genera margini sempre più bassi”.