BT, lascia il presidente Du Plessis: si apre la caccia al successore - CorCom

L'ANNUNCIO

BT, lascia il presidente Du Plessis: si apre la caccia al successore

Il manager si dimetterà entro l’anno, una volta che la società avrà individuato il nuovo chairman: era in azienda dal novembre 2017. Il Ceo Philip Jensen: “Grazie al suo supporto abbiamo affrontato la pandemia e identificato la strategia per il futuro”

01 Mar 2021

A. S.

Jan Du Plessis ha annunciato al consiglio d’amministrazione dell’operatore britannico la propria volontà di dimettersi dalla carica di presidente di BT. Il passo indietro, si legge in una nota della società, avverrà nell’arco del 2021, una volta che il suo successore sarà stato individuato. Entrato in BT nel giugno 2017 come non-executive director, Du Plessis ha assunto la carica di presidente nel novembre dello stesso anno. Ora il board sarà impegnato nel dare il via alle procedure che porteranno alla ricerca e alla nomina del nuovo presidente, a guidare le quali sarà il senior independent director della società.

“Negli ultimi anni Bt ha fatto dei progressi significativi – afferma Du Plessis – abbiamo rinnovato il board e rafforzato il team del senior management, proseguendo nella nostra strategia di trasformazione dell’azienda. Abbiamo compiuti passi importanti nel miglioramento del servizio ai clienti e abbiamo contribuito a sostenere il Paese durante l’emergenza causata dalla pandemia. I rapporti con Ofcom sono migliorati significativamente negli ultimi tre anni e credo fermamente che l’intenzione del board di investire in una rete in fibra sia nell’interesse di lungo termine di tutti gli investitori di BT”.

“BT è una compagnia fantastica ed è un privilegio esserne il presidente – prosegue Du Plessis – Ma dopo 17 anni di carriera da presidente in diverse aziende Ftse  sento che sia arrivato il momento di fare un passo indietro e dedicarmi ad altri interessi. Finché non lascerò il posto al mio successore rimarrò pienamente impegnato in BT e aiuterò Philip a proseguire nel nostro impegno rivolto a tutti i nostri clienti, ai nostri colleghi e ai nostri azionisti”.

“Voglio ringraziare personalmente Jan per il suo servizio in BT e per l’impegno e il supporto che ha dedicato a me fin dal mio arrivo – commenta Philip Jansen, Ceo di BT – I suoi saggi consigli, in particolare nell’ultimo anno in cui ci siamo trovati a guidare l’azienda durante la pandemia, sono stati profondamente apprezzati. Il Focus di Jan sul miglioramento della customer experience, sugli investimenti a lungo termine e sulla motivazione dei nostri colleghi è stata fondamentale durante la sua permanenza in azienda, e grazie al suo contributo abbiamo oggi una strategia chiara per proseguire nel nostro impegno durante gli anni a venire”.

“A nome del Consiglio d’amministrazione voglio esprimere la nostra enorme gratitudine a Jan, siamo dispaciuti che voglia lasciare – conclude Iain Conn, Senior independent director di BT – La sua presidenza è stata caratterizzata da un periodo in cui sono state prese importanti decisioni strategiche e sono avvenuti importanti cambiamenti”

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4